Nespoli partito con la Soyuz sarà sei mesi nello spazio

Partita la Soyuz con l’italiano Nespoli
Rimarrà per sei mesi in orbita –

VERANO BRIANZA   Un lancio perfetto, nel cielo notturno e freddissimo della base russa di Baikonur, nel Kazakhstan: è cominciata la missione MagIsstra, con Paolo Nespoli, il primo astronauta italiano ad affrontare sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, il terzo astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) ad affrontare una missione di lunga durata. Un applauso entusiasta ha accolto le immagini del lancio, trasmesse in diretta nel Palazzetto dello sport di Verano brianza (Milano), il paese in cui è cresciuto Paolo Nespoli. A seguire il suo “viaggio verso le stelle” c’erano tutte le persone più vicine: la famiglia, con la madre, il fratello Raul, e le sorelle Antonella e Lia e nipotine, e poi gli amici d’infanzia, il gruppo “Toto 13” che in piazza ha allestito il tabellone con il conto alla rovescia. Tantissimi i gadget, dal grande panettone dedicato alla missione MagIsstra alle magliette rosse e bianche sulle quali sono stampate alcune frasi di Paolo Nespoli, come “guardate avanti e puntare in alto: le stelle non sono poi così lontane”, il nome dell’astronauta in cirillico, bandierine italiane. C’é anche uno speciale annullo filatelico dedicato alla missione. “Divertiti!” , gli ha augurato da Verano Brianza la neo-diplomata astronauta dell’Esa Samantha Cristoforetti. Ed è in allegria che Nespoli ha inviato il suo ultimo messaggio su Twitter prima della partenza: “volare, oh oh, cantaree oh oh oh oh, inseguiamo insieme i sogni, a presto”. Nato nell’anno dello Sputnik che ha dato il via all’era spaziale, a 53 anni Paolo Nespoli si prepara ad affrontare una missione davvero intensa, nella quale il 12 aprile celebrerà a bordo i 50 dal volo di Yuri Gagarin, il primo uomo nello spazio, Con lui festeggeranno i suoi compagni di equipaggio della Stazione Spaziale, il il russo Dmitri Kondratyev,, e l’americana Catherine Coleman. Sei mesi non saranno poi molti per portare a termine i numerosi compiti della missione, con 30 esperimenti di fisologia umana, fisica dei fluidi e astrofisica. A partire da febbraio Nespoli farà anche il giardiniere: tra i suoi compiti c’é anche quello di coltivare in due piccole serre la lattuga e la pianta più studiata dai genetisti, l’Arabidopsis thaliana. Sarà poi ambasciatore della buona alimentazione dei bambini, con la Mission X, che insegna ai più piccoli a nutrirsi in modo sano e a fare esercizio fisico. Sarà anche un fotografo molto speciale perché ogni giorno invierà a Terra immagini prese a bordo con una videocamera 3D.

da Ansa.it

Leave a Reply