Influenza suina allarme Venezia e Buckingham Palace

Caos a Venezia dove i passeggeri di una nave da crociera sono rimasti bloccati a bordo per disposizione della Guardia Costiera a causa di cinque casi sospetti di influenza A. La situazione si è poi risolta quando dagli accertamenti sanitari è emerso che si trattava di semplice influenza.

rubyprincessI passeggeri bloccati a Venezia. Allarme rientrato per i passeggeri della alla Ruby Princess, la nave da crociera bloccata a Venezia perché a bordo erano stati rilevati sette casi di influenza A. Gli accertamenti hanno verificato che si è trattato di una normale influenza. La Guardia Costiera ha quindi deciso di permettere lo sbarco, dalle 11.25, a tutti i passeggeri per una visita programmata nella città lagunare.

La sanità marittima, ha spiegato all’Ansa il cap. Alessandro Petri, ufficiale di guardia della Guardia Costiera, ha accertato che «nessuna persona è stata colpita dall’influenza H1N1».

Il blocco dello sbarco.
I 3.390 passeggeri erano stati bloccati a bordo, su disposizione dell’Autorità Sanitaria marittima. La nave proveniva dal Pireo e dopodomani avrebbe dovuto ripartire per Dubrovnik. Precedentemente si erano detto che cinque persone erano state trovate affette dal virus durante una tappa al porto ateniese del Pireo. I cinque, quattro membri dell’equipaggio e un passeggero, erano stati isolati nei giorni scorsi nelle loro cabine dopo che un controllo del personale sanitario a bordo della Ruby Princess aveva rivelato la loro positività al virus.

La visita turistica.
Dopo un intervento delle autorità sanitarie greche avvertite dal capitano della nave, il resto dei 3.389 passeggeri e i 1.192 membri dell’equipaggio erano stati autorizzati a sbarcare per una visita turistica prima di riprendere il viaggio che, iniziato a Kusadasi li ha portati, oggi, a Venezia.

La Ruby Princess, battente bandiera delle Bermude e una delle più grandi navi da crociera del mondo.

buckingham-palaceDue casi a Buckingham Palace, uno a Windsor.
L’influenza A è arrivata anche a Buckingham Palace: la regina Elisabetta ha ordinato al suo personale di pulire da cima a fondo il palazzo londinese dopo che due suoi dipendenti – più un altro presso il castello di Windsor – hanno contratto il virus. Una lavora nelle cucine, mentre il dipendente che si è ammalato a Windsor è un corista nella cappella della famiglia reale. «L’ultima cosa che vogliamo è che contagi la regina o il duca di Edimburgo» ha detto una fonte interna al palazzo al News of the World. La regina normalmente trascorre la settimana a Buckingham Palace e il fine settimana a Windsor. I suoi collaboratori sperano che il suo imminente trasferimento a Balmoral, la tenuta scozzese dove trascorre l’estate, riduca il rischio di contagio.

In Gran Bretagna, paese europeo più colpito dal virus, ieri oltre 5.500 persone hanno ricevuto i medicinali antivirali nel primo giorno del servizio telefonico e online contro l’influenza A.

Gli altri casi nel mondo.
Quattro atleti e un allenatore della nazionale indiana di scherma reduci da Singapore, dove avevano preso parte ai campionati asiatici juniores, sono stati contagiati dal virus. In Indonesia invece si registra il primo decesso: si tratta di una bimba di sei anni morta in un ospedale di Giacarta mercoledì scorso.

da IL MESSAGGERO

One thought on “Influenza suina allarme Venezia e Buckingham Palace

Leave a Reply