Napoli turismo Capodanno a picco per colpa dell’emergenza rifiuti

Napoli: turismo a picco per l’emergenza rifiuti, Capodanno nero

Albergatori e ristoratori sono concordi nel definire il 2010 l’annus horribilis del turismo a Napoli.

Colpa dell’emergenza rifiuti, che ha già causato ingenti danni ai cittadini stessi.

L’immagine del capoluogo campano risulta macchiata più che mai, se solo si pensa alle tonnellate che i pochi turisti hanno dovuto superare per passeggiare nelle vie del centro.

In totale, vi è un calo del 10 per cento nelle prenotazioni alberghiere rispetto al 2009, le disdette sono in aumento a partire dalla crisi dei rifiuti.

I locali risultano vuoti, e un segnale sembra sviare: sono molte le migliaia di persone che atterrano all’aeroporto di Capodichino, ma i dati di Federalberghi Napoli testimoniano che i turisti non si fermano in città, bensì sono di passaggio per altre mete.

Se lo scorso anno le camere erano occupate al 63 per cento, quest’anno troviamo il 54 per cento delle prenotazioni, senza contare le numerose disdette.

L’albergatore Antonio Melchiorre, direttore dell’hotel Santa Lucia, afferma, mestamente: “Faccio questo lavoro dal 1964 e posso assicurare che questo è l’anno peggiore della mia carriera. Su 95 camere, per la notte del 31 ne abbiamo occupato solo 34. L’anno scorso ne avevamo riempite 81. Un calo del 40 per cento. Impensabile. Non si può negare che l’emergenza abbia inciso, ma i rifiuti hanno coperto i problemi della città. Dov’è la programmazione? Li facciamo scappare via i turisti, altro che“.

A proposito di eventi culturali e rassegne, Napoli sembra condannata, tra gli altri problemi, ad essere completamente sprovvista di attrazioni per i turisti.

Il classico concertone di Capodanno era, fino a pochi giorni fa, solo un miraggio per i cittadini, a differenza delle altre piazze italiane.

In una continua fase di tira e molla, questa mattina è giunto un annuncio secondo cui si svolgeranno regolarmente i festeggiamenti in piazza del Plebiscito, come confermato dal presidente dell’Ente provinciale per il turismo di Napoli, Adele Corvino.

Carmine Della Pia

da NEWNOTIZIE.IT

2 thoughts on “Napoli turismo Capodanno a picco per colpa dell’emergenza rifiuti

  1. Liguria Puglia, Milano Firenze tante belle parole. E di Napoli si ricorda solo immondizia… solo alcune zone sono particolarmente colpite ma il resto?Più di un terzo della città è patrimonio dell’umanità ma di questo non si parla:
    Basilica di San Domenico Maggiore
    Basilica di San Lorenzo Maggiore
    Basilica di San Paolo Maggiore
    Cappella del Monte di Pietà
    Cappella Pappacoda
    Certosa di San Martino
    Chiesa dello Spirito Santo

    Chiesa di San Giovanni a Carbonara
    Chiesa di Santa Caterina a Chiaia
    Chiesa di Santa Chiara
    Chiesa di Santa Maria della Pace
    Complesso di San Gregorio Armeno
    Duomo di Napoli
    Fontane
    Fontana del Gigante (Fontana dell’Immacolatella)
    Fontana del Nettuno
    Fontana della Sirena
    Palazzo del Panormita
    Palazzo Diomede Carafa di Maddaloni
    Palazzo Filomarino della Rocca
    Palazzo Reale
    Palazzo Serra di Cassano

    Teatri
    Teatro San Carlo

    Tombe
    Catacombe di San Gaudioso
    Catacombe di San Gennaro
    Castel Capuano
    Castel dell’Ovo
    Castel Sant’Elmo
    Maschio Angioino
    Porta Capuana
    Porta Nolana
    Port’Alba

Leave a Reply