Categorie
bologna manifestazioni ultime notizie

La mostra “Ferrari Supercar. Tecnica. Design. Mito” al museo di Maranello

Supercar, la storia della Rossa raccontata attraverso i suoi miti
Inaugurata al museo di Maranello la mostra “Ferrari Supercar. Tecnica. Design. Mito”, con tutti i modelli speciali in serie limitata, dalla 250 GTO alla 288 GTO, passando dalla F40, la F50 e la Enzo, fino all’ultimo gioiello: LaFerrari

di LUCA BORTOLOTTI

maranello_mostra_supercar_ferrari (5)“LaFerrari”, la nuova esclusivissima auto del Cavallino Rampante, è il suo fiore all’occhiello. La storia della Rossa di Maranello, le vetture che ne hanno fatto nascere il mito, il suo filo conduttore. Ha inaugurato al Museo Ferrari di Maranello la mostra “Ferrari Supercar. Tecnica. Design. Mito”, che riprende la storia di tutti i “modelli delle Rosse speciali in serie limitata, dalla 250 GTO alla 288 GTO, passando dalla F40, la F50 e la Enzo, fino appunto a “LaFerrari”.

“Un nome scelto perché rappresenta l’espressione massima delle eccellenze dell’azienda”, spiega il presidente Ferrari Luca Cordero di Montezemolo, che ha tagliato il nastro.

“Un’azienda in ottima salute – assicura Montezemolo –, che non ripete l’errore della politica odierna di guardare solo a passato e presente, ma si proietta al futuro, alle nuove iniziative e alle nuove vetture che stiamo già progettando”. Il presidente cita allora i numeri: “Abbiamo chiuso il 2012 col miglior bilancio di sempre in 60 anni di storia, siamo presenti in 61 paesi del mondo e per la nostra vettura avrà il primo sponsor cinese della F1, e siamo nominati come migliore marchio del mondo”.

E dimostra un certo orgoglio per la nuova creatura, “LaFerrari”, la prima totalmente realizzata a Maranello. “Abbiamo ricevuto oltre 700 prenotazioni, ma confermo che ne commercializzeremo solo 499 modelli. La più esclusiva Ferrari di sempre, sceglierò personalmente i clienti a cui venderla”.

C’è anche una stagione di Formula Uno alle porte, che parte il 17 marzo in Australia. “Realisticamente per l’esordio puntiamo al podio – dice Montezemolo -. Ma i piloti sono soddisfatti di quel che hanno visto, il lavoro tecnico e organizzativo è migliorato molto, spero i fatti lo confermino”.

Nella mostra (che resterà aperta fino al 30 settembre, dalle 9,30 alle 18 e dal primo maggio fino alle 19, biglietti da 9 a 13 euro) parallelamente alle vetture stradali in serie limitata, sono esposte sia le vetture di F1 che ne hanno ispirato la progettazione nelle diverse epoche, sia le versioni speciali destinate alle corse. A “LaFerrari” è dedicata un’intera area che ne racconta la genesi della tecnica e dello stile, attraverso tutte le fasi di progettazione e sviluppo.

da repubblica.it

Rispondi