Mosca torna il Bolshoi dopo sei anni di restauro

Bolshoi: riapre dopo 6 anni. Restauro da mezzo miliardo
E’ chiuso per restauro dal 2005, ma ora il lieto fine è vicino. Il mitico teatro Bolshoi di Mosca riaprirà, pare, nell’ottobre prossimo. Le immagini mostrano i lavori di restauro, che stanno ripotrando l’edificio sede del corpo di ballo più prestigioso al mondo agli splendori degli zar: fu costruito sotto Alessandro I e inaugurato nel 1825). L’annuncio arriva da una delle aziende che lavorano al restauro, la Summa Capital. I lavori impiegano 3.500 addetti e spaziano tra il ritorno delle antiche insegne zariste (rimosse dai tempi di Lenin, che avrebbe voluto radere al suolo il teatro ma poi lo uilizzò per le riunioni di partito, addobbandolo di simboli comunisti, ora spariti) e migliorie acustiche: la tecnologia ha permesso tra l’altro di collocare un nuovo palco sotterraneo a 30 metri dalla più vicina stazione della metropolitana. Il condizionale è d’obbligo. Il restauro del Bolshoi sinora è stato sinonimo di ritardi e scandali. Il costo finale, intorno ai 580 milioni di euro, sarà 16 volte superiore a quello previsto, il governo russo è dovuto più volte intervenire, licenziando ufficiali pubblici e ditte appaltatrici, per utilizzi “allegri” dei fondi pubblici. La riapertura, infine, era prevista già nel 2008.

Leave a Reply