Categorie
montagna Piemonte

Monviso Notte Fucsia le due cordate femminili in vetta per ricordare Alessandra Boarelli che fece l’impresa nel 1864

elisa monopoli monvisoDue cordate fucsia per un primato: mille donne sul Monviso
Oggi la sfida promossa dal Cai a 150 anni dalla prima ascensione femminile: Alessandra Boarelli fece l’impresa nel 1864. In vetta con un paio di scorpe rosse, simbolo della lotta contro le violenze

Elisa Monopoli, ultrasettantenne di Arenzano, ha anticipato le cordate fucsia salendo sul Monviso pochi giorni fa
Due cordate di alpiniste, una dal rifugio Quintino Sella e l’altra dal bivacco Boarelli, si sono incontrate sulla via che porta alla vetta del Monviso, a 3.840 metri. Con un’ascensione di dodici donne, tra cui una ragazza di dodici anni, accompagnate da quattro guide alpine, oggi è stato il clou “1000 donne sul Monviso”, celebrazione del centocinquantesimo anniversario della conquista del Re di Pietra da parte della prima alpinista, Alessandra Boarelli, nel 1864, che salì accompagnata da Cecilia Fillia, dama di compagnia di 14 anni.

Così l’estate del 2014 piogge permettendo, o forse anche grazie a un meteo infame potrebbe essere ricordata come la pù “femminista” nella gloriosa e virile storia dell’alpinismo piemontese. Si celebrano i 150 anni della prima ascensione sul Monviso (Alessandra Boarelli fece l’impresa nel 1864) e il Cai invita tutte le alpiniste, le montanare, le sportive e le semplici camminatrici a riprovarci, ciascuna secondo le proprie possibilità. L’iniziativa si chiama “1000 donne sul Monviso”, promette annulli filatelici, certificati per quelle che scatteranno un selfie una volta arrivate in vetta e allettanti bottiglie di vino spedite a casa di quelle che ce la faranno.

L’intervista/La guida alpina: Salite con me sul Viso, una rivincita

Le due cordate hanno portato con sé un paio di scarpe rosse (simbolo della lotta alla violenza sulle donne) da deporre ai piedi della grande croce che si trova sulla cima dell’indiscussa montagna simbolo delle Alpi Cozie.

Dopo il rientro a Pian del Re e la discesa a Paesana, stasera si celebrerà la “Notte fucsia”, mentre altre donne ancora si preparano a salire in cima al “re di pietra”.

da repubblica.it

 

Rispondi