Categorie
Montecarlo

Montecarlo Festival Printemps des Arts 2012

A Montecarlo arriva la Primavera dell’Arte

Fino all’8 aprile il Festival Printemps des Arts fa scoprire una città meno modana del silito e più culturale.
C’ è una Montecarlo meno glamour e più cultura, da scoprire in primavera.
4 week-end, dal 16 marzo all’8 aprile 2012, dedicati al Festival Printemps des Arts, un appuntamento musicale che punta alla varietà e all’originalità.
La programmazione che spazia dalla musica barocca a quella extraeuropea, dalle grandi orchestre al repertorio per accordéon, la fisarmonica, strumento a volte un po’ snobbato. Con un contorno che si declina dal cinema di ricerca alla poesia, dalla danza e alle installazioni.
Si comincia il prossimo week-end, da 16 al 18 marzo, tutto dedicato alla fisarmonica, tra Francia, Irlanda, Italia e Paesi Baschi, e i più grandi interpreti, da Richard Galliano inventore del “new musette”, genere che innesta sulla tradizione francese del valzer ritmi e melodie di tango, jazz e musica classica di primo Novecento, agli italiani Germano Scurti e Simone Bottasso. Il tutto in location d’eccellenza, dalla Sala Impero dello scicchissimo Hôtel de Paris a Cap d’Ail, Beaulieu, La Turbie…
Dopo di che il festival va avanti con “notti” votate alle percussioni (23 marzo) e al pianoforte (31 marzo), concerti consacrati a Bruckner,  e la giornata-sorprendente, il 25 marzo, uno degli eventi più originali: nello scenario dell’Auditorium Ranieri III, una giornata tutta dedicata ai concerti e alla danza, per una specie di passeggiata musical-artistica in diversi spazi, ogni mezz’ora qualcosa di diverso, dall’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, a pianisti, violinisti, poeti,opere inedite, prime esecuzioni assolute, incontri con i musicisti, film, recital, performance, da scegliere secondo i propri gusti e i propri ritmi. Per finire con la serata “bling-bling” dell’ 8 aprile, una serata esagerata, d’obbligo un look eccentrico, in cui in cui la musica russa della pianista Anastasya Terenkova si apre ad interventi artistici a sorpresa nel segno dell’ironia e della leggerezza.
Per il programma completo, www.printempsdesarts.com
Il festival Printemps des Arts non è l’unica occasione di scoperta che offre il Principato a primavera. C’è da vedere per esempio l’NMNM, il nuovo Museo Nazionale di Monaco nelle 2 scenografiche sedi di Villa Paloma, bianca villa dei primi del Novecento, a due passi dal Jardin Exotique (divertente arrivarci con l’ascensore, uno dei 28 ascensori pubblici e gratuiti di un principato tutto verticale) e di Villa Sauber, disegnata da Charles Garnier, l’architetto dell’Opéra di Parigi e del Casinò di Montecarlo. A Villa Paloma, fino al 3 aprile Le Silence.Une fiction
, una mostra che propone attraverso il lavoro di 25 artisti internazionali, dalle fotografie di Hiroshi Sugimoto alle Accumulations di Arman, una rilettura dei simboli e dei segni del nostro tempo. Mentre a Villa Sauber da aprile è di scena Princesse Grace: Habiller une image (www.nmnm.mc)
E il Forum Grimaldi, dal 5 all’8 aprile, ospita Art Monaco 12, il salone dell’arte contemporanea in Costa Azzurra (www.artemonaco.com) migliaia di opere dalle più importanti gallerie del mondo, da vedere e da acquistare, un appuntamento non solo per addetti ai lavori.Una Montecarlo contemporanea davvero sorprendente.

Rosalba Graglia da lastampa.it

Rispondi