Michele Serra : Matteo Salvini e Antonio Razzi in visita in Corea del Nord

salvini-razzi-corea del nordL’AMACA del 02/09/2014

LA VISITA in Corea del Nord di Matteo Salvini e Antonio Razzi ha ottenuto sul web un meritato successo nella categoria “funny files”, quei fatterelli buffi e/o incredibili che sono cliccatissimi dai perdigiorno come me, tipo la cernia degli abissi che azzanna lo squalo, il biplano che atterra sul tetto, l’attrice che si smaglia una calza scendendo dalla macchina, il gatto che ruba le crocchette al rottweiler. Per quanto ci si sforzasse di leggere commenti e commentini annessi, era evidentemente impossibile dare una valutazione politica dell’episodio. Anzi, era impossibile considerarlo un episodio politico.

Dalle pochissime immagini diffuse, si vedono i due che camminano in Corea del Nord in mezzo a parecchi coreani del Nord e stringono la mano a uno dei più prestigiosi e autorevoli vice-leader della Corea del Nord, diciamo uno dei pochissimi fin qui ancora in vita. Pare abbiano consegnato al poveretto una lettera destinata a Kim Jong-un, attuale “caro leader”, nipote di quel Kim Il-sung che, secondo il suo stile di vita del tutto informale, amava farsi chiamare “Stella polare dell’umanità” e “Grand’uomo senza eguali”. Insomma, depurato dei suoi aspetti cruenti e di feroce dispotismo, il set perfetto per un film di Mel Brooks, sul quale i nostri due si erano avventurati, presumibilmente, per un provino. A quanto se ne sa, con ottimo esito.

Da La Repubblica del 02/09/2014. MIchele Serra

Leave a Reply