Mercatini di Natale, ecco alcune curiosità

Mercatini di Natale, la vera antitesi al mercato globale
Piccoli, locali e originali, qui la tradizione è salva. La mappa dei più noti e dei più nuovi, da visitare nei paesini alpini. Approfittando del ponte dell’Immacolata

mercatino_natale_luganoMagici, fiabeschi e rigorosamente local. È questo l’imperativo dei tradizionali mercatini di Natale, soluzione affascinante contro centri commerciali e mercato globale. Se in tutto il mondo, ormai, si beve la stessa bevanda, si mangiano gli stessi hamburger e si veste lo stesso abito, basta passeggiare tra le bancarelle e le allegre casette di legno vestite a festa per scoprire la forza dell’artigianato e delle tradizioni.

Dal Trentino all’Alto Adige, un viaggio tra i profumi e i sapori dei mercatini – ormai famosissimi – che hanno già messo in mostra le loro mirabilia. Un piccolo miracolo di calore nel cuore di borghi di montagna che ogni anno, puntuale, si rinnova in attesa della Grande festa.

Ma il Natale alle porte è anche l’occasione di scoprire mercatini meno famosi.

  • In Valle d’Aosta, per esempio, sono numerosissimi. A Bard le vie del borgo medievale si animano il 6 dicembre con il Noel au Bourg, mercatino con gli oggetti dell’artigianato locale e i presepi d’autore, mentre a Chatillon si va soprattutto per i prodotti gastronomici da scoprire lungo gli stand del Petit Marché du Bourg. Nella regione gli eventi da annotare in agenda sono davvero tanti: il 7 e l’8 dicembre a Hone, di fronte a Bard, si svolge la 13° Festa della Micòula, gustoso pane di segalealbero_gubbio con castagne, noci, fichi secchi e uva passa, considerato l’antenato del panettone. Negli stessi giorni anche la 7° Foire Marché de Noel du Grand Combin di Saint-Oyen, con addobbi e prodotti tipici e, l’8 dicembre, l’11° edizione della Festa del Vischio di Saint-Denis dove protagonista è – appunto – il vischio, simbolo del Natale ed elemento importante della tradizione celtica.
  • L’albero di Natale più grande del mondo? Si trova a Gubbio, in Umbria, ed è citato nel Guinness dei primati. Anche qui, sotto i suoi grandi rami, tra palazzi, chiese e case medievali, si svolge il mercatino più tradizionale, animato anche da originali presepi viventi allestiti nelle piazze e nei castelli del circondario.
  • Il primato del mercatino di Natale (coperto) più grande d’Europa spetta invece a Zurigo, in Svizzera. Nella regione si svolgono oltre 130 mercatini, da Bremgarten a Lucerna, da Montreux a Losanna.

da IL CORRIERE DELLA SERA

Leave a Reply