Gli Usa riammettono mazze e coltellini a bordo nei voli interni

Coltellini e mazze da golf riammessi su voli Usa dopo 11 settembre
Via libera il 25 aprile, è la prima volta dall’attentato alle Torri Gemelle. Si ridurranno tempi dei controlli

Il-fumo-sollevato-dal-crollo-delle-Torri-Gemelle-avvolge-la-Statua-della-Libertà-11-settembre-2001Per la prima volta dagli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, a partire dal 25 aprile i passeggeri dei voli interni americani potranno portare con sè piccoli coltelli lunghi non più di sei centimetri, oltre che mazze da golf, da hockey e quelle in plastica usate per il baseball da strada.

Lo ha annunciato il responsabile della Transportation Security Administration (TSA), l’autorità statunitense in materia di sicurezza dei trasporti, John Pistole, già numero due dell’Fbi, secondo cui “si velocizzeranno le procedure di controllo ai check-in negli aeroporti, diminuendo l’attesa per i passeggeri in fila. Le vere minacce – ha aggiunto – sono le bombe non metalliche, non coltellini o equipaggiamento sportivo”.

La decisione non è però piaciuta ai sindacati degli assistenti di volo, secondo cui “si facilita la vita per il personale di controllo a terra ma non si rendono più sicuri i tragitti”. “Gli oggetti portati a bordo – si legge in una nota – possono essere una minaccia non tanto per i piloti, chiusi in cabina di comando, quanto per gli assistenti di volo e per i passengeri”. Altri oggetti che saranno riammessi sugli aerei sono le stecche da biliardo e le racchette da sci. Rimangono invece banditi i coltelli a serramanico o quelli del tipo utilizzato dai cacciatori per spellare gli animali, considerati vere e proprie armi.

Anche i taglierini e le lamette, usati dai dirottatori suicidi dell’11 settembre, restano vietati: sebbene l’America inizi ad allentare leggermente le maglie dei controlli, rimane ancora alta la sensibilità dell’opinione pubblica per quanto accaduto in passato.

da tmnews.it

Leave a Reply