Maruggio Taranto e lo scontrino omofobo Mi raccomando so ricchioni

scontrino omofobo taranto so  ricchioniLATIANO – ‘Cameriere, può portarci il conto per favore?’. Lo scontrino arriva sul tavolo dei quattro amici, ma con una scritta offensiva nel mezzo delle ordinazioni: “Mi raccomando so ricchioni” (). I clienti che avevano appena consumato una cena erano omosessuali. E’ successo in una pizzeria di Maruggio, in provincia di Taranto.

Una storia che sa dell’assurdo. Una frase discriminante scritta sulla comanda del tavolo di quattro uomini per far capire a ‘qualcuno’ che erano omosessuali. Perché? Bisognerebbe chiederlo al cameriere che ha preso le ordinazioni al tavolo dei clienti che il 29 luglio scorso sono andati a mangiare una pizza nella pizzeria che si trova in contrada Cazzizzi a Maruggio (Taranto), a pochi chilometri da Manduria e Campomarino, località marina.

I ragazzi, uno dei quali di Latiano, hanno trascorso la serata in tranquillità e consumando la cena serenamente. Peccato però che a fine cena oltre al dolce è arrivato anche l’amaro. L’ordinazione era stata presa da uno dei camerieri con un computer palmare.

“Inizialmente non volevamo credere ai nostri occhi – ha raccontato a BrindisiOggi.it il latianese – Siamo subito andati dal proprietario del locale per chiedere spiegazioni. Lo stesso è rimasto senza parole, ci ha chiesto scusa anche a nome del cameriere. Il giorno successivo ci ha contattati per farci nuovamente le scuse e dicendoci che aveva allontanato dalla pizzeria il cameriere che aveva scritto la frase offensiva. Noi però in quel locale non ci ritorneremo più”.

Solo la settimana scorsa a Manduria, è nata un’altra grande polemica, per la decisione dei francescani che hanno negato il sagrato della chiesa di Sant’Antonio al giornalista Danilo Lupo per parlare di omosessualità nell’ambito della festa del sito d’informazione ‘La voce di Manduria’. In quel caso, il professionista, ha tenuto comunque i suo intervento, ma per strada, su una pubblica via.

Maristella De Michele da brindisioggi.it

Leave a Reply