Malamocco nella laguna veneta

venezia-malamoccoMalamocco, la Portofino della laguna
Un sapiente restauro di rive, ponti e canali ha riportato all’antico splendore il borgo veneto. Tra nuovi b&b e trattorie storiche dove si rifugiava Hugo Pratt

Ha iniziato una nuova vita Malamocco, l’antico capoluogo veneto rivolto al mare, scorcio solitario di case veneziane del Cinquecento dai colori pastello, con le finestre a bifora. Il restauro del borgo (cinque anni di lavori del magistrato alle Acque finiti nella scorsa primavera) ha completamente rifatto rive, ponti e canali, rinnovato l’impianto di illuminazione, la pavimentazione. Alle spalle, chilometri di spiaggia libera. Una Portofino lagunare di cui si sono innamorati milanesi e veneti, alla spasmodica ricerca di una casa. Si è installato qui il bresciano Walter Morandi, che ha festeggiato il primo compleanno di Ca’ Noemi, b&b in una dimora ottocentesca nel cuore del borgo.

L’anima marinara di Malamocco sopravvive nei volti corrosi dal sale e dal sole dei personaggi che si incontrano nei vicoli, clienti delle due osterie di pesce, un viavai di piatti saporiti. Non è cambiata la Trattoria Scarso , del mitico Gino, frequentata da Mario Soldati e da Fellini, dove sono esposti ancora i disegni di Hugo Pratt che, nella sua casa con vista sulla laguna, disegnava le storie di Corto Maltese e finiva inevitabilmente le sue giornate davanti a cascate di pesce e bottiglie di vino. L’indirizzo gourmand è la Trattoria al Ponte di Borgo , specializzata in sarde in saor, e poi seppioline fritte o alla griglia, alici arrostite, gamberoni ai ferri. La sera il silenzio avvolge le piccole calli.

È il momento di rifugiarsi a Ca’ del Borgo, hotel di charme affacciato su un romantico canale, o alla residenza Ca’ Alberti , in un palazzo del Trecento, senza insegna: sette camere fascinose, nella piazza della chiesa. A meno che non si preferisca concedersi una notte al Quattro Fontane, al Lido , con giardino fiorito, balconcini, a due passi dal Palazzo del Cinema. Al di là dello specchio di mare, il campanile di San Giorgio annuncia Venezia.

Giuliana Gandini da corriere.it

Leave a Reply