Locarno on Ice la città di ghiaccio

Locarno On Ice

Volete respirare un po’ di sana aria natalizia, allora Locarno On Ice fa al caso vostro.
La cittadina del Canton Ticino sulle rive del Lago Maggiore ormai da qualche anno nel periodo delle feste si trasforma in una gigantesca pista di ghiaccio all’aperto dove divertirsi pattinando ma anche rilassarsi nella calda atmosfera dei bar a forma di igloo.

Sarà inaugurata il 2 dicembre e fino al 9 gennaio la manifestazione che mette d’accordo adulti e bambini avrà il suo cuore di ghiaccio proprio in quella Piazza Grande già famosa per il suo festival internazionale del cinema, che quest’anno nella sua versione invernale oltre alla classica pista ospita anche una strada percorribile con i pattini ai piedi per collegare il grande corpo centrale allo spazio dedicato ai pattinatori più piccoli e a quelli meno esperti.

Ma Locarno On Ice è anche la magica atmosfera del mercatino di Natale, delle numerose luci che al tramonto creano uno spettacolo di colori andando a riflettersi sulla superficie trasparente del ghiaccio, e da là alle strutture in plexiglass dei bar – igloo, alle palle “specchiettate” sospese sulla pista, illuminando infine il grande abete natalizio. Ed è anche spettacoli musicali con l’esibizione di cantanti e gruppi dal vivo, che quest’anno godono della fruttuosa collaborazione con il Festival JazzAscona (23 giugno – 3 luglio 2011) che su Piazza Grande apre una finestra invernale della sua programmazione con 16 concerti a riscaldare l’ambiente (in calendario due volte al giorno dal 1 all’8 gennaio).
Ed è anche naturalmente un modo per celebrare la notte di San Silvestro in allegria e movimento, con il brindisi di mezzanotte in Piazza.

La pista è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 23,30 (fino alle una di notte i bar) e l’ingresso è gratuito per i bambini entro i 6 anni, di 3 franchi sotto i 17 e di 4 dai 18 anni in su (escluso l’affitto dei pattini).

Con temperature tra le più miti della Svizzera e la vegetazione di palme e limoni anche a Natale Locarno non smentisce la fama di città accogliente, adagiata sulla parte settentrionale del Lago e alle cui spalle sorge su una collina il Comune di Orsellina con il Santuario dedicato all’apparizione mariana della Madonna del Sasso e la bella vista panoramica su tutti i dintorni. A pendice del suo caratteristico centro storico, il cui fulcro è  proprio la Piazza Grande, c’è il Castello Visconteo, fatto costruire nel XII secolo e che conserva intatti il bel cortile rinascimentale con portico e loggia, alcuni soffitti in legno e dipinti originali.

Emanuela Puoti da lastampa.it