Lipari si suicida l’albergatore Edoardo Bongiorno dell’hotel Oriente

Lipari, albergatore suicida svelò l’amore di Edda Ciano
Edoardo Bongiorno, 62 anni, era il titolare dell’hotel Oriente nonché il figlio del partigiano che si innamorò della figlia di Mussolini.Una lettera di scuse alla famiglia nella quale fa riferimento ai suoi debiti

di LUIGI BARRICA

lipari_suicidio_buongiorno_hotel_oriente“Perdonami Dio. Perdonatemi Isabella e Manuela…”. Cosìcomincia la drammatica lettera che l’albergatore di Lipari Edoardo Bongiorno, 61 anni, titolare dell’hotel Oriente, ha scritto prima di suicidarsi alla moglie e alla figlia. E’ stata trovata nel camioncino, dove si è tolto la vita con un colpo di pistola. Nella lettera farebbe anche riferimento ai debiti che lo hanno segnato fisicamente e moralmente.

Il corpo è stato trasferito nella sala mortuaria del cimitero di Lipari. I carabinieri hanno iniziato gli interrogatori dei familiari. Della vicenda si occupa il sostituto procuratore del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto Mirko Piloni, che deve decidere se far effettuare l’autopsia. Intanto, nell’albergo della vittima, è cominciato un via vai di amici, conoscenti, tutti sgomenti e addolorati.

Eduardo Bongiorno,62 anni, è il figlio di Leonida, il comunista che amò Edda Ciano Mussolini quando la stessa venne inviata in confino nella Eolie dopo la caduta del fascismo.L’uomo, da quanto appurato, non si sarebbe ucciso per ragioni legate alla sua attività commerciale,ma per cause ancora da accertare. Sposato,e padre di Emanuela, una ragazza di 22 anni, Eduardo era diventato celebre per aver, con documenti e racconti, reso nota l’avvicente storia d’amore tra il padre e la figlia del Duce. Una vicenda questa che, oltre ad un libro di Marcello Sorgi, ha  spinto RaiUno a realizzare una fiction televisiva.

Ora,  per volontà ripetutamente espresse da Bongiorno , l’immenso archivio del padre, che lui aveva ordinato con scrupolo e competenza, sarà visionato e studiato dagli storici. In esso, tra foto, lettere e documenti d’ogni genere e registrazioni su magnetofono, si potranno approfondire pagine fondamentali della nostra storia eoliana  nel ventennio fascista e nel periodo bellico.

da repubblica.it

Leave a Reply