L’Indonesia ha annunciato la creazione di un santuario marino per la protezione dello squalo e della manta nell’Amazzonia delll’Oceano nel Triangolo dei Coralli

triangolo dei coralliIndonesia, nuovo santuario per squali e manta

Prove scientifiche dimostrano che il valore ambientale dello squalo e della manta è di gran lunga superiore al profitto generato dalla loro pesca e dal loro commercio per finalità turistiche.
L’Indonesia ha annunciato la creazione di un nuovo santuario marino per la protezione dello squalo e del manta. Sarà il primo rifugio realizzato per proteggere questi animali all’interno del ricco ecosistema marino del Triangolo dei Coralli conosciuto come l’Amazzonia dell’oceano.

Il santuario sarà grande quarantaseimila chilometri quadrati e includerà numerose zone messe seriamente a rischio dalla pesca e dal cambiamento climatico. Il governo locale delle Raja Ampat sulla punta occidentale dell’isola della Nuova Guinea ha annunciato questa settimana il progetto che prevede anche divieti di pesca ed esportazione di questi animali.

Rizal Algamar, direttore in Indonesia di Nature Conservancy ha descritto l’iniziativa in una nota come «una svolta politica. Prove scientifiche dimostrano che il valore ambientale dello squalo e della manta è di gran lunga superiore al profitto generato dalla loro pesca e dal loro commercio per finalità turistiche. Gli squali in particolare svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento degli ecosistemi in quanto predatori posti all’apice della catena alimentare».

La riserva aiuterà ad aumentare le «presenze» degli squali in rapido declino nel mondo. Fino a 73 milioni di squali vengono uccisi ogni anno, infatti, solo per la ricercata zuppa di pinne con la conseguenza che la maggior parte delle specie oggi subisce un declino del settantacinque per cento, soglia che arriva al novanta per cento per i gruppi più minacciati. L’Indonesia è il più grande esportatore al mondo di questi animali.

da lastampa.it

Leave a Reply