Categorie
Spazio

L’equinozio di Primavera 2012 è il più in anticipo rispetto al 1896

L’EQUINOZIO DI PRIMAVERA?
MAI COSÌ IN ANTICIPO DAL 1896

ROMA – Non cadeva così di buon mattino da oltre cento anni. L’equinozio di primavera, certificano gli astronomi, è avvenuto alle 5.14 del 20 marzo, anticipando la sua tabella di marcia di un giorno. Quest’anno, come successe per l’ultima volta nel 1896 – secondo quanto riporta Space.com – l’equinozio ha giocato in anticipo e addirittura per il gioco dei fusi orari in talune zone del globo, come la costa americana sul Pacifico, è avenuto quando ancora era il 19 marzo. La tradizione vuole che l’inizio della primavera sia il 21 marzo, ma in realtà per le rilevazioni astronomiche non è così . Nel corso del ventesimo secolo, l’equinozio astronomico ha coinciso con quello del calendario solo in 36 anni su 100. Più spesso è dunque caduto il 20 marzo, ma raramente così presto nel corso della giornata come è avvenuto nel 2012. L’equinozio è il momento in cui il Sole arriva ad uno dei due punti d’intersezione tra l’eclittica (il percorso del sole) e l’equatore celeste (equatore terrestre proiettato nel cielo). L’esatto punto d’intersezione avviene due volte l’anno: tra il 22 e il 23 settembre, segnando l’inizio dell’autunno, e tra il 20 e il 21 marzo, aprendo le porte alla bella stagione.

da leggo.it

Rispondi