L’eclissi di sole di martedì 4 gennaio 2011 foto e video

Sole oscurato, prima eclissi del 2011

Inizia il nuovo anno anche per le eclissi. Parte dall’Algeria e arriva fino al nord dell’Europa. La prima eclissi parziale di sole del 2011 è visibile da questa mattina anche sul nostro Paese con un’oscuramento massimo del 60 per cento. In particolare per l’Italia – spiega Pietro Ubertini, Istituto nazionale astrofisica – è visibile dalle 6.50 di mattina circa fino intorno alle 9.40, a Roma ad esempio inizierà alle 6.52 di mattina e finirà alle 9.38, con un massimo alle 8.10 quando il disco del sole sarà oscurato circa al 70%, con una fascia di luce residua quindi di circa il 30%. A Milano si avrà il massimo dell’oscuramento del sole con il 73%, mentre ad esempio a Catania sarà del 65%. Non sarà buio completo ma sembrerà quantomeno l’imbrunire. E non aiuterà ad ammirare il fenomeno il fatto che avvenga di mattina, col sole basso sull’orizzonte. Ma gli astronomi, professionisti e non sperano almeno nel bel tempo, anche le previsioni meteo non sono ottimali. Il massimo dell’eclisse, ovvero il picco di ombra sarà comunque visibile nel nord Europa, in Svezia, Finlandia, Norvegia e diminuirà scendendo verso l’Africa. Ad Helsinki ad esempio il sole sarà oscurato per l’85% (qui l’eclissi inizia alle 7.30, culmina alle 8.50, finisce alle 10.14). A Marrakech invece ad esempio culminerà alle 7.40 ma il sole sarà oscurato solo per il 37% e nel centro Africa si scende fino al 20%.

Un anno di eclissi Il 2011 sarà l’anno degli amanti dei fenomeni astronomici. Nel corso dell’eclisse totale di Luna del 15 giugno, in Italia, riferisce l’Osservatorio Schiapparelli che pone sempre come base Varese, la Luna sorgerà alle 21.10 locali, ed alle 21.41 inizierà la fase massima dell’eclisse, che si protrarrà fino alle 23.21. Il momento di migliore visibilità sarà alle ore 22.30, con la Luna alta circa 9 gradi in direzione Sud-Est, all’interno della costellazione di Ofiuco. “Sarà dunque necessario -avvertono gli astronomi dell’Osservatorio lombardo- avere l’orizzonte sud-est sgombro da ostacoli naturali o artificiali per poterla osservare”. Il 1° luglio sul palcoscenico ritorna invece il Sole con una eclisse parziale. Questa eclisse sarà visibile solo in una piccola zona dell’Oceano Antartico, in mare aperto e, nel momento del massimo, il Sole sarà eclissato per meno del 10%. Sarà dunque secondo gli astronomi un’eclisse veramente di scarsa importanza. Ancora Sole in primo piano in autunno quando il 25 novembre si verificherà un’altra eclisse parziale della nostra stella maggiore. Questa sarà l’ultima eclisse di Sole del 2011 e sarà la migliore dell’anno in termini di oscuramento solare (90%). Il fenomeno, però, sottolineano gli astronomi, sarà visibile praticamente solo in Antartide, toccando proprio marginalmente il Sud Africa, la Tasmania e la Nuova Zelanda. L’anno delle eclissi si chiude il 10 dicembre con l’ultima eclisse di Luna del 2011. Sarà pienamente visibile in Asia e Oceania ma solo parzialmente in Europa, Africa e America del Nord. In Italia, a Varese, la Luna sorgerà a Est-Nord-Est alle 16.39, quando però starà già uscendo dalla fase di totalità. La fase massima si avrà infatti verso le ore 16, con il Sole non ancora tramontato. Come per tutte le eclissi visibili quest’anno dall’Italia, avvertono ancora gli astronomi, occorrerà avere l’orizzonte est libero da ostacoli naturali o artificiali. La totalità di questa ultima eclisse del 2011 terminerà alle ore 17.41, con la Luna alta circa 8 gradi dall’orizzonte Est-Nord-Est.