Categorie
napoli

La stazione di Napoli Toledo della Metro la più bella d’Europa

La stazione della metro più bella
d’Europa si trova a Napoli
Classifica inglese: la fermata Toledo domina sulla Komsomolskaya di Mosca e sulla Solna di Stoccolma

Permettono di spostarsi rapidamente da un quartiere all’altro di grandi metropoli e alcune sono autentiche opere d’arte. Il sito del Daily Telegraph di Londra dedica un reportage fotografico alle stazioni della metro più affascinanti d’Europa. Tra le ventidue segnalate, la palma della più bella è assegnata alla fermata Toledo di Napoli, inaugurata lo scorso 12 aprile.
TOLEDO E MATERDEI – La stazione Toledo, situata nel quartiere San Giuseppe, è stata progettata dall’architetto catalano Óscar Tusquets Blanca ed è entrata in funzione solo lo scorso 17 settembre a causa di problemi di collaudo degli impianti. In precedenza i lavori erano stati più volte rallentati dal ritrovamento di scavi archeologici risalenti a diverse epoche storiche (nella zona sotterranea sono stati addirittura scovati frammenti ceramici riferibili al Neolitico) e a causa di problemi logistici legati alla presenza della falda acquifera sottostante.

Le stazioni della metro più belle d’Europa

Tuttavia i ritardi non hanno compromesso la bellezza di questo gioiello dell’urbanistica: i due grandi mosaici dell’artista William Kentridge, le scale mobili illuminate dall’interno, l’elegante gioco di colori e la suggestiva galleria del mare di Bob Wilson rendono unica questa struttura. Nella classifica presentata dal Telegraph troviamo anche una seconda stazione del capoluogo partenopeo: si tratta della fermata Materdei, presente nell’omonimo storico rione, progettata da Alessandro Mendini e inaugurata nel 2003.

LA TOP TEN – La seconda stazione segnalata dal sito d’informazione britannico è la fermata Komsomolskaya della monumentale e grandiosa metro di Mosca (l’intero complesso è formato da 182 stazioni e quasi 300 chilometri di binari). Ciò che colpisce di più è la grande sala interna stuccata con soffitti ornati da mosaici dedicati ai grandi eroi militari della storia russa tra cui Pietro il Grande, Dmitry Donskoy e Aleksandr Suvorov. Sul gradino più basso del podio la stazione Solna di Stoccolma: celebre per il suo «soffitto rosso cavernoso che sembra cedere sulla pensilina», presenta sulle pareti le immagini di una foresta di abeti lunga un chilometro. Seguono la stazione di Westminster della famosa Tube di Londra, inaugurata nel lontano 1868 e che oggi è dotata di un’architettura che è una «combinazione austera di cemento e acciaio», l’artistica Arts et Métiers di Parigi (la banchina della linea 11 presenta pareti rivestite in cuoio e un arredamento che riproduce gli interni di un sottomarino), la caratteristica Westfriedhof di Monaco (le pareti della stazione – come ricorda Wikipedia – non sono state levigate e ricordano una grotta) e la singolare Bockenheimer Warte di Francoforte. Chiudono la top ten l’affascinante stazione Mayakovskaya della metro di Mosca, la suggestiva fermata Olaias di Lisbona e la classicheggiante Avtovo di San Pietroburgo.

COMMENTI – I lettori del Daily Telegraph sembrano approvare la selezioni del sito, anche se non mancano coloro che fanno notare prestigiose assenze. C’è anche chi usa una sprezzante ironia per sottolineare le contraddizione di una città come Napoli che ha una delle metropolitane più belle d’Europa, ma allo stesso tempo non riesce a risolvere alcuni dei suoi atavici problemi come quello dello smaltimento dei rifiuti: “Vedere Napoli al primo posto ci fa capire perché questa città è vicina alla bancarotta – scrive un lettore del sito britannico – Invece di spendere tantissimi soldi per costruire metropolitane artistiche potrebbero usare questo denaro per comprare bidoni della spazzatura.

Francesco Tortora da corriere.it

Rispondi