Categorie
Spazio

La notte di San Lorenzo 10 agosto 2014

la notte di san lorenzoS.Lorenzo: le stelle cadenti si osservano nelle oasi Lipu
Luoghi ideali per osservare le stelle lontani dall’inquinamento luminoso. E poi visite serali ed esperti astrofili che illustrano il cielo d’agosto

Osservare le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo (10 agosto) nelle tredici oasi e riserve della Lipu (Lega italiana protezione uccelli), luoghi ideali per osservare le stelle, lontani dall’inquinamento luminoso . Torna anche quest’anno l’iniziativa «Notte delle stelle Lipu»: dalla Riserva naturale Torrile e Trecasali (Parma) a Ca’ Roman nella laguna di Venezia; dalla Riserva del Chiarone-Oasi Massaciuccoli (anche l’11 agosto) alle spettacolari oasi di Carloforte, nell’isola di San Pietro, in Sardegna, e Gravina di Laterza, in Puglia (qui il programma completo).
Stelle cadenti
All’Oasi Lipu Arcola (La Spezia) l’osservazione delle stelle sarà preceduta dalla conferenza della Società astronomica Lunae «Dalla Terra alla Luna, anzi, a Marte», mentre alla riserva naturale Ca’ Roman, grazie alla collaborazione tra Lipu e il Circolo degli astrofili di Mestre, sarà possibile approfondire la bellezza della Luna, di Saturno e Marte e delle costellazioni estive. Nell’emiliana Riserva naturale Torrile e Trecasali (Parma) visita serale all’habitat delle risorgive di pianura e, a seguire, serata dedicata alle stelle con un esperto astrofilo che proietterà su maxischermo le osservazioni effettuate dal telescopio. Tre i giorni dedicati alle stelle dalla Riserva del Chiarone-Oasi Lipu Massaciuccoli che in collaborazione con il Parco Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli organizza dal 10 al 12 agosto «Il Parco delle stelle», con osservazione delle stelle cadenti dal battello. Al Centro habitat mediterraneo di Ostia laboratorio per famiglie sui rapaci notturni e liberazione di un esemplare. A seguire l’osservazione del cielo stellato con l’Associazione astronomica del Pellegrino. Anche all’Oasi Lipu Gravina di Laterza (Taranto) osservazione delle stelle con l’aiuto di astrofili e in Molise, all’Oasi Lipu Casacalenda, passeggiata alla scoperta delle rare falene, le farfalle notturne.
Perseidi
Le stelle cadenti di agosto sono denominate Perseidi. Ogni anno la Terra nella sua orbita incrocia i resti della cometa Swift-Tuttle tra la fine di luglio e la metà di agosto, con il massimo verso il 12 del mese. Le stelle cadenti di agosto sono note fin dall’antichità, ma solo nell’Ottocento il grande astronomo italiano Schiaparelli (scopritore anche dei «canali di Marte») le mise in relazione con i resti della coda della cometa Swift-Tuttle che ha un tempo di ritorno di 133 anni circa.

da corriere.it

Rispondi