La Magnalonga 2011 in Puglia in bicicletta

di | Maggio 17, 2011

Turismo in Puglia tra cibo e due ruote Ecco la Magnalonga

Quattro tappe di avvicinamento alla Puglia della mobilità sostenibile. Si chiama Magnalonga e unisce quello che, a parole, tutti cercano: un felice connubio tra una mattinata in bicicletta e una serie di soste a base di degustazione di prodotti tipici. Con affaccio su quella nicchia di turismo (mica tanto, se si considera che i viaggiatori dell’Europa su due ruote non motorizzate sono circa 12 milioni) che ama muoversi senza stress da traffico. La magnalonga pugliese è alla prima edizione. Altrove si svolge già da tempo. Legambiente Puglia l’ha voluta anche da noi. Un aperitivo (visto che si parla di bici e degustazioni) di quello che la giunta regionale ha in animo: la prima ciclofficina in quel di Lecce, mille biciclette a noleggio da settembre nelle Università a disposizione degli studenti, finanziamenti per bicibus e piedibus (spostamenti non motorizzati da e per le scuole) e poi 20 milioni per l’integrazione tra i percorsi ciclopedonali delle Aree vaste. E poi la cicloguida di Puglia, realizzata con Legambiente.

Dopo la presentazione, nella scorsa edizione di «Mediterre», di una ciclopista lungo la viabilità di servizio di Acquedotto pugliese (il più grande d’Europa), le prospettive della ciclabilità sembrano assumere contorni di maggiore nettezza. Recentemente, il Pd ha presentato anche una proposta di legge sulla mobilità ciclabile. Insomma, le condizioni ci sono.
Da verificare quanto, stavolta, le buone intenzioni si concretizzeranno.

E intanto, via alla prima Magnalonga di Puglia. Ieri, a presentarla, il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini,e l’assessore regionale alle Infrastrutture strategiche e alla mobilità della regione Puglia, Guglielmo Minervini. Si parte questo sabato, con «Barimbici, una città su due ruote». Partenza alle 10 dall’ingresso di parco 2 Giugno, in viale Einaudi per arrivare al più grande parco urbano della città, con tanto di spiagge annesse in località Torre Quetta. Degustazione, sulla strada del ritorno, in un locale della Città vecchia.

Date successive il 28 maggio ad Otranto (intorno agli Alimini), il 4 giugno alla riserva naturale di Margherita di Savoia, l’11 giugno doppio appuntamento tra Ostuni (e Fasano) e Ischitella, nel parco del Gargano. Per partecipare bisogna iscriversi. Informazioni telefoniche a 080/5212083 o alla mail [email protected] o ancora sul sito www.legambientepuglia.it.

di GIUSEPPE ARMENISE da la gazzettadelmezzogiorno.it

Rispondi