La Fontana del Moro a Piazza Navona a Roma danneggiata dai vandali

Alemanno: un’offesa alla città
Vandali danneggiano la fontana del Moro a Piazza Navona

La fontana del Moro è stata danneggiata, presumibilmente la scorsa notte. Questa mattina un agente della polizia municipale si è accorto di alcuni frammenti sparsi di alcune figure appartenenti alla fontana. Questi ultimi, però, essendo stati già danneggiati in passato, secondo quanto si è appreso, sono una copia delle statue originali della fontana, opera di Giacomo della Porta.

Vandali in azione a piazza Navona a Roma. La fontana del Moro è stata danneggiata, presumibilmente la scorsa notte. Questa mattina un agente della polizia municipale si è accorto di alcuni frammenti sparsi di alcune figure appartenenti alla fontana. Questi ultimi, però, essendo stati già danneggiati in passato, sono una copia delle statue originali della fontana.
I vigili stanno cercando di individuare i responsabili attraverso le immagini delle telecamere istallate sulla piazza. E’ stata inoltre attivata la Sovrintendenza e il Centro monitoraggio per recuperare i frammenti trovati.
Alemanno: “Offesa alla città”
“Un atto vandalico così demenziale è una vera e propria offesa alla nostra città. Mi auguro che anche attraverso le telecamere istallate in piazza Navona si possano immediatamente individuare i responsabili di questo gesto per punirli in maniera esemplare”. Così, in una nota, il sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo che stamattina dei frammenti di parte di una delle maschere di tritone che ornano la fontana del Moro, in piazza Navona a Roma, sono stati trovati nell’acqua, spezzati, probabile opera di un vandalo che ha agito nella notte.

“Ogni offesa ai beni artistici del centro storico di Roma, tutelato dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, deve essere sanzionata come una dei più gravi atti di inciviltà”, aggiunge Alemanno.
La fontana fu eseguita nel 1574 su progetto di Giacomo della Porta a rinnovata poi nel 1653 a opera del Bernini. Restaurata nel 1874, i quattro tritoni e le quattro maschere furono sostituite da copie eseguite da Luigi Amici. La parte danneggiata, quindi, non farebbe parte dell’originale cinque-seicentesco, ma della copia dell’Ottocento.

da rainews24.it

Leave a Reply