La festa di Kumbh Mela nel Gange 2012

India La festa di Kumbh Mela nel Gange 09 1. MILIONI DI PELLEGRINI INDU’ SI SONO IMMERSI DOPO L’ALBA NELLE GELIDE ACQUE DEL GANGE PER PURIFICARSI DAI PECCATI E GUADAGNARSI L’IMMORTALITA’: HA PRESO COSI’ IL VIA IL ‘KUMBH MELA’, IL PIU’ IMPORTANTE RADUNO SPIRITUALE DELL’INDUISMO, CHE SI CELEBRA OGNI DODICI ANNI AD ALLAHABAD, NELLO STATO INDIANO DELL’UTTAR PRADESH, NELLA VALLE DOVE CONFLUISCONO I FIUMI GANGE E JUMUNA A FORMARE UN TERZO FIUME SPIRITUALE – 2. E’ LA FESTA RELIGIOSA CHE RICHIAMA IL MAGGIOR NUMERO DI PERSONE IN TUTTO IL MONDO: ALMENO 100 MILIONI DI FEDELI DURANTE I 55 GIORNI DI CELEBRAZIONI CHE VEDRANNO SFILARE SCIAMANI, VEGGENTI, SANTONI, FACHIRI E CREDENTI COMUNI DI OGNI CASTA –

Foto da “The Daily Mail” e “Associated Press”
 
1- INDIA: MILIONI FEDELI AL KUMBH MELA, LA PURIFICAZIONE DEGLI INDU’
(AGI/AFP/EFE) – Milioni di pellegrini indu’ si sono immersi dopo l’alba nelle gelide acque del Gange per purificarsi dai peccati e guadagnarsi l’immortalita’: ha preso cosi’ il via il ‘Kumbh Mela’, il piu’ importante raduno spirituale dell’induismo, che si celebra ogni dodici anni ad Allahabad, nello Stato settentrionale indiano dell’Uttar Pradesh, nella valle dove confluiscono i fiumi Gange e Jumuna a formare un terzo fiume spirituale.

Ci si aspetta che almeno 100 milioni di fedeli si bagnino in queste acque durante i 55 giorni di celebrazioni che vedranno sfilare sciamani, veggenti, santoni, fachiri e credenti comuni di ogni casta.

Alle prime ore del giorno, sfidando le gelide temperature, i pellegrini, arrivati da tutta l’India, si sono immersi nel punto previsto detto ‘sangam’. Si calcola che nel solo giorno iniziale della festa, un giorno scelto sul calendario da aruspici e astrologi, si bagneranno dieci milioni di persone. I primi a immergersi sono stati i sadhu, i santoni, che normalmente vivono in meditazione in qualche sperduta localita’ dell’immenso sub-continente indiano: completamente nudi e il corpo coperto di cenere benedetta, si sono gettati nelle acque. Secondo la credenza comune, chi si bagna nel Gange in occasione della festa, interrompe il ciclo della reincarnazione.

Il governo di Delhi ha mobilitato 10mila poliziotti (che diverranno 22.000 nei prossimi giorni) per cercare di mantenere l’ordine e scongiurare fenomeni di panico e calca come accaduto talvolta nel passato. Nel 1986 a Haridwar, 50 pellegrini morirono schiacciati dalla folla; le vittime furono 800 nel 1954, quando la stessa festa si svolse nella cittadina di Allahabad.

La festa di Kumbh Mela viene celebrata dagli indu’ ogni tre anni, alternandosi tra quattro localita’ diverse (Allahabad, Nasik, Ujjain e Haridwar), che secondo la mitologia sono quelle dove cadde sulla terra il nettare dell’immortalita’. Secondo il Guinness dei Primati, e’ la festa religiosa che richiama il maggior numero di persone in tutto il mondo.

2- “IL NETTARE DELL’IMMORTALITÀ È CADUTO SULLA TERRA PROPRIO QUI”
Da Repubblica.it

“Io vengo qui per mantenere viva la tradizione dell’induismo. Quest’acqua purifica il tuo corpo e lava via i tuoi peccati”. Parnananad è uno dei milioni di pellegrini arrivati a Allahabad, città nel nord dell’India dove confluiscono i fiumi Gange e Yamuna, per la festività religiosa più maestosa del mondo, il Maha Kumbh Mela, che si celebra ogni 12 anni. I fedeli della religione induista di tutto il mondo accorrono qui per il bagno rituale nelle acque sacre: secondo gli organizzatori quest’anno ci saranno 100 milioni di persone.

“Sin da quando ero bambina mi hanno detto che il Kumbh Mela è un’occasione religiosa particolare: il nettare dell’immortalità è caduto sulla terra proprio qui, durante una battaglia tra dei e demoni, per questo è un luogo sacro e per questo sono qui” racconta questa donna. L’affollamento viene gestito da circa 12mila poliziotti, che smistano la folla ed evitano pericolosi assembramenti.

“Misuriamo la pressione della folla e quando aumenta usiamo diversivi e traiettorie a zig zag per smuoverla in modo che tutti possano bagnarsi in modo regolare” spiega un ufficiale di polizia. Il culmine della festa è il 15 febbraio, data scelta dagli astrologi come la più promettente per il bagno rituale nei 55 giorni di celebrazioni.

 da dagospia.com

Rispondi