Jesolo stagione finita spiagge piene ma non ci sono i bagnini

Jesolo, la spiaggia è piena di turisti
ma non c’è più il servizio di salvataggio

Da lunedì è scaduto il contratto con i bagnini. Calzavara:
«Spetta ai consorzi, basterebbe chiedere una proroga»

VENEZIA – Spiaggia affollata, ma senza il servizio di salvataggio. L’allungamento stagionale non è più l’illusione di qualche anno fa, e anche l’ultimo scorcio di settembre regala atmosfere da estate piena. Numerose le attività ancora aperte, alberghi compresi, con la spiaggia ancora attrezzata con lettini, ombrelloni e docce funzionanti. Ma fa discutere l’assenza del servizio di salvataggio in mare, in gran parte gestito dalla Jesolo Turismo, terminato lunedì scorso.

A sollevare la questione sono soprattutto i gestori dei chioschi in spiaggia che invocano una maggiore flessibilità per questo tipo di servizio, fondamentale per una località balnerare. «Non si capisce perché è stato interrotto con la spiaggia, non solo ancora attrezzata, ma soprattutto frequentata quotidianamente da numerosi turisti he continuano a fare il bagno – è il commento degli operatori -. Da anni sentiamo parlare di allungamento stagionale e poi, quando si verificano le condizioni con eventi studiati appositamente per questo periodo sostenuti anche dal bel tempo, non viene più garantito questo servizio. È comprensibile che vengano fissate delle date di scadenza, tuttavia si possono sempre prevedere proroghe, oppure bisogna aspettare che prima capiti qualcosa di grave?» chiedono gli operatori. Che aggiungono: «Possibile che nessuno tra le associazioni di categoria, albergatori compresi, sollevi il problema?».

«Il bel tempo di quest’anno – interviene il sindaco Francesco Calzavara – ha sicuramente favorito una buona presenza di turisti in questi giorni. Noi possiamo per il momento solo mettere degli avvisi, come ad inizio stagione, che non c’è più il servizio di salvataggio che resta di competenza dei consorzi. Naturalmente se arrivasse una richiesta di proroga per noi non ci sarebbero problemi».


di Giuseppe Babbo da gazzettino.it

Leave a Reply