Categorie
trasporti

Italo e la sfida dei biglietti in treno

Ecco il supertreno “Italo”: da Bologna a Milano sfida di tariffe sui binari

Viaggio ad alta velocità con la nuova Ntv e Trenitalia: oggi aprono le biglietterie, il primo treno parte il 28 aprile

SUI BINARI della stazione centrale Italo, il treno ad alta velocità firmato Ntv (Nuovo trasporto viaggiatori), è già passato diverse volte. Tre solo nella giornata di ieri. I tecnici lo chiamano «un pre-esercizio». Una sorta di viaggio prova in attesa del debutto sabato 28 aprile. Quel giorno la linea scelta è quella che va da Milano a Napoli. E farà tappa sotto le Due Torri, ma anche a Roma e Firenze. L’orario esatto si saprà oggi.

Una volta a regime, Ntv garantirà 19 viaggi al giorno, andata e ritorno, da Bologna a Firenze, 15 da Milano a Bologna e 13 fino a Roma. Da stamattina alle otto parte la vendita dei biglietti. Si possono acquistare sul sito www.italotreno.it, chiamando ‘Pronto Italo’ al numero 06.07.08 o nella biglietteria ‘Casa Italo’ che si trova nel piazzale ovest della stazione centrale. È aperta tutti i giorni dalle 7 alle 19.
AL POSTO delle classi prima e seconda, a bordo di Italo ci sono gli ambienti di viaggio. «Sono tre — spiegano dalla biglietteria ‘Casa Italo’ in stazione —: smart, prima e club». In ogni ambiente ci sono tre tariffe: low cost (solo per lo smart), economy e base. Un viaggio da Bologna a Milano in ambiente smart-low cost costa 20 euro. A Milano, Italo arriverà nelle stazioni di Porta Garibaldi e Rogoredo. «L’offerta low cost — spiegano dalla biglietteria — garantisce il massimo risparmio sul prezzo del biglietto. Non sono previsti cambi di orario e data, neppure il rimborso, mentre il nome del viaggiatore può essere sempre cambiato gratuitamente». Poi ci sono le tariffe economy e base. Facendo di conti, per raggiungere Milano dalle Due Torri si può spendere da un minimo di 20 euro a un massimo di 70 euro.
A bordo di un Frecciarossa, invece, si arriva a Milano centrale spendendo per la tariffa base 43 euro, 53 con il biglietto flessibile (la prima classe). Risparmia chi scegli l’opzione ‘mini’ di Trenitalia: al momento dell’acquisto viene proposto il prezzo più vantaggioso disponibile e si può comprare fino a due giorni prima della partenza del treno.
«SE SI PRENOTA con largo anticipo e si ha la certezza di partire — spiegano al punto info delle Frecce di Trenitalia — è conveniente. Ad esempio ho visto acquistare biglietti per Milano a 9 euro: partenza a luglio». Promozioni a parte, per arrivare a Roma (le stazioni sono Tiburtina o Ostiense) con Italo si spende da un minimo di 25 a un massimo di 90 euro. In Frecciarossa si va da 59 euro per il biglietto base a 74 per il flessibile. Senza considerare l’opzione mini.
Con Italo, il viaggio smart-low cost meno economico, rispetto alle altre destinazioni, è quello fino a Napoli centrale: da 45 a 131 euro. In Frecciarossa si va da 80 (base) a 100 euro (flessibile). Da Bologna a Firenze Santa Maria Novella, invece, chi viaggia in smart low cost paga 15 euro. La tariffa massima è di 43 euro, in ambiente club-base. In Frecciarossa, il biglietto costa 25 o 31 euro.
NESSUNA competizione. «Non vogliamo confrontarci con nessuno — ha detto l’amministratore delegato di Ntv, Giuseppe Sciarrone —. Presentiamo un’offerta articolata. Guardiamo a noi stessi e siamo convinti di quello che facciamo. C’è un valore intrinseco nel servizio che offriamo in termini capacità di essere ospitali e affidabili». Tra gli azionisti di riferimento di Ntv, il primo operatore ferroviario privato italiano nell’alta velocità, ci sono i nomi di Diego Della Valle, Luca Cordero di Montezemolo e Isabella Seragnoli.

Emanuela Astolfi da ilrestodelcarlino.it

Rispondi