Islanda allarme il vulcano Hekla pronto a eruttare

Dall’Islanda nuovo allarme per i cieli d’Europa “Il vulcano Hekla è pronto a eruttare”
Dopo il Grimsvotn e il Eyjafjallajokull, ora potrebbe toccare a Hekla. L’esperto lancia l’allarme: “Sono stati registari inusuali movimenti di magma”

Reykjavik, 6 luglio 2011 – I cieli d’Europa potrebbero essere nuovamente paralizzati dalle ceneri di un altro vulcano islandese. Dopo il Grimsvotn a maggio, ora potrebbe toccare all’Hekla, considerato uno dei più temibili nonché dei più attivi del Paese, è “pronto a eruttare”.

A lanciare l’allarme è il geofisico Pall Einarsson, dell’università dell’Islanda, secondo cui negli ultimi due-tre giorni sono stati registrati “inusuali” movimenti di magma. L’esperto ha precisato, però, che ciò non vuol dire che ci si debba aspettare un’eruzione imminente.

Nel mese di maggio scorso l’eruzione del vulcano Grimsvotn aveva creati problemi al traffico aereo dell’Isola e in Europa nel nord causando disagi gravi, anche se non paragonabili a quelli provocati l’anno precedente dell’eruzione del vulcano Eyjafjallajökull.

Alto 1.491 metri l’Hekla si trova nel sud dell’islanda, a circa 100 chilometri dalla capitale Reykjavik, ed è stato soprannominato dagli islandesi la “Porta dell’inferno”. Negli ultimi 1000 anni ha eruttato almeno una ventina di volte.

Un altro vulcanologo, Ari Trausti Gudmundsson, ha detto che non è possibile prevedere se l’eruzione dell’Hekla avrà effetti sul traffico aereo. Per il vulcanologo l’ipotesi è “poco probabile” ma tutto dipende “dalla sua entità”.

Leave a Reply