India a Noida il museo degli Intoccabili i Paria i Dalit

India, il museo dedicato agli Intoccabili
E’ stato appena inaugurato in India il primo museo dedicato ai Dalit, gli “Intoccabili”, la classe sociale situata al gradino più basso del tradizionale ordinamento sociale a caste del Paese asiatico, e ai loro personaggi più illustri. Si trova a Noida, moderna città nata appena nel 1976 (il suo nome è un acronimo, sta per New Okhla Industrial Development Area), a 20 chilometri da Delhi, nello stato dell’Uttar Pradesh. Costato 100 milioni di euro, si estende su 33 ettari, contiene 15 statue dei personaggi più illustri che hanno contribuito all’affrancamento (tuttora incompiuto, nonostante il sistema a caste sia stato abolito dalla Costituzione indiana sin dalla nascita del Paese, nel 1949) 20 statue di elefanti e fontane con statue di bronzo raffiguranti i grandi mammiferi. L’edificio principale per colore e stile fa subito capire che Agra e il Taj Mahal sono in questo stato, senza ovviamente avvicinarne lo charme. All’inaugurazione ha presenziato il Capo Ministro dell’Uttar Pradesh, Mayawati, e non è un caso: la 55enne attuale capo dello stato nord-orientale dell’India è il primo Dalit ad assumere un ruolo politico tanto rilevante. La costruzione del complesso si è trascinata molte polemiche: per i costi, per le aree verdi abbattute. Ad alcuni è sembrata un’autocelebrazione della leader.

da kataweb.it

Leave a Reply