Il Programma del Carnevale di Viareggio 2012

Carnevale Di Viareggio – Programma

Probabilmente nel mondo sono solo tre i festival carnascialeschi che rivaleggiano alla pari per popolarità: il Carnevale di Venezia, il Carnevale di Viareggio e il Carnevale di Rio de Janeiro. Ben due su tre sono orgogli del nostro paese. Non c’è niente di strano, considerato che  l’Italia fa del Carnevale una delle sue tradizioni più forti, celebrandolo dappertutto con festeggiamenti che vanno bel al di là della semplice sagra di paese. Il Carnevale di Viareggio ne è sicuramente la sua espressione più colorata e allegra, e inoltre ha fatto da modello a numerosi altri tipi di eventi di Carnevale in Italia: in particolar modo  per quanto riguarda la sfilata di carri allegorici. Ma andiamo con ordine: cerchiamo di scoprire un po’ tutto quello che riguarda questa festa, e soprattutto il programma del Carnevale di Viareggio 2012.

ORIGINI

Il Carnevale di Viareggio ha origini abbastanza recenti: risalgono al 1873 quando un gruppo di ricchi borghesi si travestirono per protestare contro un aumento di tasse nei loro confronti. La loro mascherata, svolta su una parata di carrozze, pose le basi di quello che qualche anno dopo divennero i carri allegorici: una sfilata di opere spesso irridenti ai costumi della società e alla politica. Questi erano costruiti da maestri navali nel porto, e come le navi erano fatti in legno: fu nel 1925 che venne introdotta la cartapesta, e i carri cominciarono a diventare i capolavori prodotti da esperti artigiani che conosciamo oggi. Nel 1930 nacque Buffalmacco, la maschera di Viareggio, ad opera del pittore Umberto Bonetti che creò la grafica dei manifesti per l’edizione successiva: un personaggio che unisce vari elementi tipici delle maschere carnevalesche e il cui nome ha origini ancora poco chiare. La Seconda Guerra Mondiale sembrava aver segnato la fine del Carnevale che per anni non venne celebrato, ma dopo la guerra risorse più festoso di prima. Con l’arrivo della televisione negli anni ’50 tutta l’Italia, e in seguito tutta l’Europa, potette assistere alla grande parata in diretta televisiva. Nel 2001 è nata la Cittadella, un enorme complesso dedicato esclusivamente all’arte della realizzazione dei carri, con laboratori e corsi sulla cartapesta, e le macchine che muovono i carri. L’edizione del 2011 ha infranto ogni record: 350.000 persone hanno assistito alla sfilata dei carri allegorici, a testimonianza di una festa che è più viva che mai.

DATE, PROGRAMMA E PREZZI

Il Carnevale di Viareggio si sviluppa tutto quanto attorno alla parata dei carri allegorici. Questo è l’evento principale che si svolgerà ogni domenica per tutto il periodo della festa. Ma la particolarità è che a Viareggio il Carnevale prosegue due settimane oltre il 21 febbraio, Martedì Grasso. Si protrae infatti fino a sabato 3 marzo. Le parate dei carri allegorici sono dette “corsi mascherati”, ognuno con la sua data e il proprio nome. Ecco il programma dettagliato della festa :

– Festa di apertura, sabato 4 febbraio Viali a mare, ore 18.30: grande spettacolo pirotecnico e alzabandiera
– Primo Corso d’Apertura, domenica 5 febbraio, ore 15:00
– Secondo Corso dei Colori, domenica 12 febbraio, ore 15:00
– Terzo Corso di Gala, Domenica 19 febbraio, ore 15,00
– Quarto Corso della Rai, martedì 21 febbraio, ore 14,50: sfilata dei carri di prima categoria in diretta su Rai 3. Ingresso libero. Grande spettacolo pirotecnico
– Quinto Corso della Tabernella, domenica 26 febbraio, ore 15,00
– Sesto Corso notturno di Chiusura, sabato 3 marzo, ore 19,00. Al termine lettura dei verdetti delle Giurie. Grande spettacolo pirotecnico finale

Per assistere a ogni parata bisogna pagare un biglietto di ingresso, ad eccezione del Corso della Rai, che è a ingresso gratuito. Ogni biglietto costa 15 euro, ma ci sono anche riduzioni e promozioni: 13 euro per comitive di 25 persone minimo, 10 euro ridotto militari e  ragazzini dagli 11 ai 13 anni, gratuito per i bambini fino ai 10 anni compiuti. C’è anche la possibilità di pagare l’ingresso a 5 sfilate per 28 euro.

Collateralmente alle parate si svolgono tutta una serie di eventi: mostre, appuntamenti sportivi, veglioni e feste in maschera. Tra queste, le cosiddette Feste Rionali, che si tengono nei quattro rioni cittadini: Torre del Lago, Marco Polo, Darsena e Croce Verde. Esse rappresentano l’anima più genuina della festa: sono feste in maschera riversate per le strade, allestite di stand gastronomici e piste da discoteca. Alcune si svolgono di sera, altre di mattinam queste ultime prettamente dedicate ai bambini: per il programma, che va dal 4 al 25 febbraio.

COME ARRIVARE A VIAREGGIO

In auto. Dal sud la città della Versilia si raggiunge con l’Autostrada del Sole A1, fino a Firenze, e poi attraverso la Firenze Mare A11 e la Livorno-Genova A12. Dal Nord sempre tramite la A1 fino a Parma e poi l’autostrada della Cisa A15 fino a Santo Stefano, e quindi A12 Genova-Livorno. Il casello di uscita è Viareggio.

In treno. Ci sono tre linee che arrivano fino alla stazione ferroviaria di Viareggio: Ventimiglia-Torino-Genova-Pisa-Firenze-Roma, Genova-Parma-Bologna, Livorno-Milano.

In aereo. L’aeroporto più vicino è il Galileo Galilei di Pisa, a 36,5 km di distanza. Dall’Italia operano diverse compagnie: AirOne, Alitalia, Ryanair e WindJet.

da contattonews.it

Leave a Reply