Categorie
montagna Svizzera

Il ponte sulle Alpi in Svizzera il Titlis

Titlis, metti un ponte vista Alpi
Una struttura sospesa sui ghiacci del massiccio della Svizzera centrale. A 3041 metri, è il più alto d’Europa. E ci si arriva con una funivia girevole. Inaugurazione il 7 dicembre

Un ponte pedonale sospeso da brivido. A tremila metri, con vista su un barato di 500 metri, già abbondantemente innevato, nel cuore delle Alpi Svizzere. Sarà inaugurato il prossimo 7 dicembre, giusto in tempo per l’inizio della stagione invernale, di fronte al mitico Titlis, massiccio situato quasi al centro della Confederazione Elvetica, sorta di bastione settentrionali tra le montagne e l’altopiano che declina fino alla valle del Reno, di limite tra il mondo germanico e le Alpi.

Eccolo, nelle immagini spettacolari scattate negli ultimi giorni di test prima dell’evento. Situato a 3041 metri (è il più in alto nel suo genere in Europa), lungo 100 metri, per ricordare il 100mo anniversario dell’inaugurazione della prima funivia dell’area, la Engelberg-Gerschnialp. La vista sarà di quelle mozzafiato: con una voragine di 500 metri ai piedi dei visitatori, quelli che si possono ammirare dalla cresta della parete sud del massiccio (la cui vetta misura 3.238 metri). Il tutto al termine di un’escursione che sembra fatta apposta per ammaliare. Si parte dai 1000 metri del villaggio, Engleberg, si arriva in vetta a bordo della prima funivia girevole al mondo (Rotair). In vetta, si visita una cava scavata nel ghiaccio, lunga 140 metri. Infine, dal prossimo week end, si potrà accedere al ponte, che offre un favoloso panorama, forte del contrasto tra la maestà delle montagne a Sud e la vastità dell’altopiano a Nord.

Il ponte è costato circa 1,1 milioni di euro. Potrebbe anche rimanere chiuso, in inverno, se l’innevamento dovesse essere tanto cospicuo da mettere a repentaglio la sicurezza degli ospiti, ma nasce per essere utilizzato 365 giorni l’anno. Tanto che il Sydney Morning Harald, il principale quotidiano della città australiana che ha recentemente adottato Del Piero, lo cita tra le 10 idee per le vacanze natalizie. Dall’Italia, è molto meno difficile da raggiungere. In particolare da Milano, che quest’anno, grazie a Sant’Ambrogio, che cade di venerdì, è l’unica città in cui quello dell’Immacolata è un ponte “vero”, e che ha anche la fortuna di trovarsi sulla direttrice dell’autostrada del Gottardo, di fatto l’unica via d’accesso “confortevole” alla Svizzera centrale e a Engelberg. Passato il tunnel, si arriva fin quasi a Lucerna, e si svolta a sinistra

da repubblica.it

Rispondi