Categorie
Scozia

Il Mostro di Loch Ness Nessie fotografato da Apple nelle Mappe satellitari

Loch Ness le foto apple e quelle storiche 02Il lago di Loch Ness in Scozia: il primo avvistamento del mostro risale al 565 d.C., quando un monaco irlandese raccontò di aver assistito al funerale di un uomo «catturato da una selvaggia bestia marina»

Le immagini sono state scattate da satellite, in un’area a sud della cittadina di Dores, e pubblicate sul «Daily Mail»: ben presto hanno fatto il giro del web

Secondo gli esperti potrebbe trattarsi della scia di una nave, ma dell’imbarcazione non è stata trovata traccia. C’è chi ha confrontato la sagoma con quella lasciata da un natante in movimento: le due immagini pubblicate sul web sono praticamente uguali

L’area dell’avvistamento

C’è un precedente: nel 2009, una foto satellitare apparsa su Google Earth rivela la presenza di uno strano «essere», lungo circa 20 metri, nelle acque del lago. L’oggetto misterioso è stato scoperto da Jason Cooke, un 25enne inglese, ma potrebbe anche in questo caso trattarsi semplicemente di un’imbarcazione

La foto satellitare apparsa su Google Earth nel 2009

Una delle testimonianze più famose dell’esistenza del mostro è la foto scattata dal ginecologo inglese Robert Kenneth Wilson, pubblicata nel 1934: mostra una silhouette nera, leggermente ricurva all’estremità, circondata di mulinelli concentrici. Nel 1994, sessant’anni più tardi, la foto fu smascherata dal Centro di Loch Ness come un falso: si trattava di un modellino creato dal patrigno del dottor Wilson, che aveva aggiunto a un sottomarino giocattolo una testa e una coda

Un’altra foto scattata da Wilson nel 1934

Una foto del 1933 di Hugh Gray: disse di aver visto un oggetto di considerevoli dimensioni tuffarsi nel lago

Una foto del 1951 di Lachlan Stuart: manco a dirlo, era un falso

Nel 1955 il banchiere Peter MacNab scattò questa foto: «qualcosa» nuota a pelo d’acqua vicino al castello di Urquhart

Negli anni ‘70 Frank Searle, ex capitano dell’esercito, andò a Loch Ness per cercare il mostro: scattò diverse foto di «Nessie», pubblicate subito sui giornali. Ma anch’esse si sono rivelate false

Una foto di Searle del 1972

Nel 1972 Robert Rines guidò una spedizione per trovare Nessie e scattò questa foto, rivelatasi poi ritoccata

Nel 2007 l’inglese Gordon Holems disse di aver raccolto la prova più evidente dell’esistenza del mostro: questa foto lo dimostrerebbe

Il lago di Loch Ness in Scozia: il primo avvistamento del mostro risale al 565 d.C., quando un monaco irlandese raccontò di aver assistito al funerale di un uomo «catturato da una selvaggia bestia marina»

da corriere.it

Rispondi