Il Carnevale di Putignano 2012 programma completo

Il Carnevale di Putignano è green I Giganti di carta invitano al cambiamento
Si sfila sulle due ruote per quattro giornate

PUTIGNANO – Tradizione e innovazione sono le parole chiave della 618esima edizione del Carnevale di Putignano. La Fondazione, che quest’anno annovera tra i partecipanti fondatori anche la Regione Puglia, guarda al passato per anticipare il futuro con la manifestazione folkloristica più longeva d’Europa. Il carnevale punta sull’ecosostenibilità e lo fa con il mezzo più antico del mondo: la bicicletta. Il mezzo a pedali prende il posto dei trattori per trainare i carri (almeno per i primi due), e fornirà l’energia per animare le maschere.

LE SFILATE – Sono tanti gli appuntamenti che l’organizzazione ha previsto per animare i giorni del carnevale a partire dalle quattro giornate dei corsi mascherati: 5 febbraio (ore 14.30), 12 febbraio (ore 11), 19 febbraio (ore 11), 21 febbraio (ore 19). Ufficialmente il periodo carnevalesco decorre dal 26 dicembre, giorno delle Propaggini, ma è a partire dal 17 gennaio, con la festa di sant’Antonio Abate, che il Carnevale entra nel vivo. Da questa data, e fino all’ultima sfilata dei carri allegorici, si susseguono i Giovedì del Carnevale. Tradizione vuole che tali appuntamenti siano dedicati a diverse categorie di individui. Ogni giovedì, infatti, punta a rendere protagonista uno specifico strato sociale, con una vena mista di satira e puro divertimento.

LA BICLETTA – Saranno attive anche quattro postazioni bike sharing con dieci bici mascherate da cavalli, che potranno essere prese a noleggio durante la sfilata. «I carri allora rappresentano un invito al cambiamento, trasmettono un’immagine di libertà che parte da gesti concreti e quotidiani per immaginare una mobilità rispettosa dell’ambiente», dice Guglielmo Minervini, l’assessore regionale alla Mobilità . Il progetto è realizzato nell’ambito del programma «Creattivamente» e tutto il gioco della sostenibilità sono stati ideati da Post con il coordinamento artistico Vittorio Palumbo.

LOGISTICA – La viabilità cittadina sarà gestita e regolata attraverso una serie di varchi, posti nei principali punti di accesso al paese (Alberobello, Castellana Grotte, Conversano, Gioia del Colle, Noci e Turi).  Gli ospiti saranno indirizzati verso le aree di parcheggio appositamente istituite. Il ticket ha un costo di 10 euro per le auto, 25 euro per i camper e le auto con roulotte, 50 euro per i minibus e 100 euro per gli autobus.

Michela Ventrella da corriere.it

Leave a Reply