Visitare le Isole Maldive

Le Maldive sono uno degli arcipelaghi tropicali più belli del mondo!

Le 1.190 idilliache perle disseminate nell’Oceano Indiano, formano 26 atolli che si estendono per ben 750 km da nord a sud. Non a caso il comandante Costeau aveva definito le Maldive “le isole che giocano con il mare”.

Per molti anni però questo arcipelago è rimasto quasi segreto, visitato solamente da pochissime persone che ne erano a conoscenza e solamente negli ultimi anni ci si sta accorgendo del patrimonio turistico che hanno i suoi atolli.
Le Maldive attraggono i turisti con la promessa di offrire l’ultimo paradiso terrestre: se la vostra idea di paradiso si rifà a un’incontaminata isola tropicale con palme, spiagge bianche e lagune turchesi, siate certi che questo arcipelago non vi deluderà. Questo è anche il luogo ideale per le immersioni, poiché si possono ammirare coralli e ogni genere di fauna marina.

Sfortunatamente, la totale mancanza di risorse locali impone l’importazione di qualunque bene necessario per il soggiorno dei turisti, dai mobili alla verdura fresca, e da ciò consegue che i prezzi siano poco competitivi. Si è proceduto quindi allo sviluppo di villaggi di alto livello in modo da limitare il traffico, la folla, la criminalità e l’iniziativa commerciale.

Alle Maldive potrete vivere lontani dalla frenesia occidentale e fuggire dai tristi inverni europei, godendo dell’accoglienza di un popolo estremamente ospitale e di un desiderato relax.

Storia
La storia di queste isole è molto antica, anche se per lungo tempo si e’ pensato che la sua origine coincidesse con la conversione all’Islam nel 1153.

I reperti archeologici ritrovati alle Maldive sono stati tutti datati a epoche successive al 1500 a.C.; per cui si ritiene che in precedenza l’arcipelago era disabitato.

La popolazione attuale discende da popolazioni di religione buddhista migrate dall’India meridionale e dallo Sri Lanka intorno ai secoli IV e V. Quando, nel II secolo d.C., gli arabi iniziarono a percorrere frequentemente le rotte commerciali verso il sud-est asiatico, non solo iniziarono a diffondere la loro religione, ma fecero delle Maldive un importante punto di scalo.

I commercianti arabi esercitarono una forte influenza culturale sulla popolazione locale, che a partire dall’XI secolo si convertirono gradualmente all’Islam. Nel 1153 le Maldive divennero un sultanato, che durò fino alla costituzione della Repubblica Maldiviana.

Il 16 dicembre 1887 il Sultano delle Maldive firmò un contratto, con il governatore britannico di Ceylon, con il quale si stabiliva la trasformazione delle Maldive in un protettorato britannico.

Il governo britannico promise la protezione e la non interferenza militare in cambio di un tributo annuale. Nel 1957 i britannici stabilirono una base RAF nell’atollo di Addu (isola di Gan), dove furono impiegati centinaia di maldiviani. Diciannove anni più tardi il governo britannico decise di lasciare la base, perchè troppo onerosa da mantenere.

Il 26 luglio del 1965 le Maldive divennero finalmente uno stato indipendente e tre anni più tardi fu dichiarata la Repubblica con il primo ministro, Ibrahim Nasir, eletto come primo presidente. Le Maldive sono membro del Commonwealth dal 1982 e membro dell’Onu dal 1965.

da isolemaldive.it

GEOGRAFIA
Nel mezzo dell’oceano Indiano settentrionale, le Maldive formano un arcipelago di 26 atolli per 1192 piccole e basse isole di natura corallina: alcune sono minuscole lingue di sabbia lunghe 300 metri, altre sono isolotti di anche 8 chilometri (non di più). Si trovano a sud ovest della parte terminale della penisola indiana, a 680 chilometri a sud-ovest dello Sri Lanka e si sviluppano verticalmente per più di 800 chilometri all’altezza dell’Equatore. Gli abitanti sono 278 mila, 60 mila dei quali vivono a Malé, la capitale . Le isole abitate sono circa 200 e di queste circa una novantina sono affittate dal governo Maldiviano ai vari tour operator ed adibite a centri turistici. L’elevazione massima delle isole è di circa 2 metri sul livello del mare.

VOLI
Dall’Italia circa 10 ore di volo. In collaborazione con Volare, Eurofly, Livingston, Blue Panorama, voli charter da Milano Malpensa e Roma Fiumicino.  Voli  di linea Emirates e Qatar Arways da Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

FUSO  ORARIO
Con l’ora solare italiana in vigore + 4 ore. Con l’ora legale italiana in vigore + 3 ore. Tuttavia alcune isole adottano un fuso orario differente rispetto a Malè per sfruttare al meglio le ore di sole.

PASSAPORTO  E  VISTI
E’ necessario il passaporto in corso di validità con scadenza non inferiore ai tre mesi dalla data di partenza (sei mesi per i voli da Dubai). Ai possessori di passaporto italiano e svizzero non è richiesto alcun visto.

CLIMA
La temperatura mediamente è stabile e si assesta intorno ai 30 gradi durante tutto l’anno. La temperatura dell’acqua si aggira intorno ai 27 – 28 gradi. Regolato da un fattore climatico determinante quale il monsone, il clima è caldo e tropicale da Gennaio ad Aprile, più umido nei rimanenti mesi ma le precipitazioni solitamente si risolvono in acquazzoni di breve durata. Considerato che le temperature sono molto elevate ed i raggi solari particolarmente intensi, si consiglia di esporsi al sole con le dovute precauzioni. L’approccio dovrà essere iniziato con creme solari ad alta protezione. Nel corso della vacanza è comunque consigliabile l’uso costante delle creme protettive evitando l’esposizione al sole nelle ore centrali della giornata.

LINGUA
La lingua ufficiale è il Dhivehi. L’inglese è parlato dalla maggior parte della popolazione. In alcuni villaggi turistici, grazie alla presenza della clientela italiana ormai da molti anni, non è difficile incontrare del personale che parli un po’ di italiano. Tuttavia la lingua più comunemente utilizzata per comunicare con lo staff nei resort è l’inglese.

MONETA
La moneta locale è la “Rufia”, pari a circa € 0,08 ma vengono generalmente utilizzati dollari USA. Tutti i villaggi accettano le principali carte di credito per i pagamenti, eccetto la Diners. Le rufie non possono essere più riconvertite in dollari.

MANCE                                                                                                                                                         E’ un’usanza abituale e gradita, in quanto lo stipendio dei maldiviani nei resort è molto basso.

EXTRA
In tutti i villaggi è d’abitudine pagare tutti gli extra, le escursioni ed i servizi non inclusi nella quota, a fine soggiorno. Generalmente gli extra sono molto cari perché i prodotti vengono importati ed organizzarne il trasporto è dispendioso e difficoltoso. Si consiglia di informarsi attentamente per venire a conoscenza dei servizi inclusi nella quota di partecipazione al fine di poter meglio stimare la cifra da destinare agli extra.

CIBI  E  BEVANDE
Quasi tutti i prodotti (a parte il pesce) sono importati. La cucina non può essere considerata uno dei punti di forza delle Maldive. Nei villaggi la clientela generalmente è di diverse nazionalità, dunque è probabile che nel buffet manchino piatti tipici della gastronomia italiana e, qualora fossero presenti, bisogna considerare che difficilmente possono uguagliare quelli preparati in Italia. Gran parte delle ricette tradizionali è a base di riso, pesce e pollo con abbondante uso di spezie, soprattutto del curry. Potrà capitare talvolta che, a causa delle condizioni atmosferiche, i rifornimenti alle isole siano irregolari e conseguentemente i menù poco vari durante questi giorni.

TELEFONO
Le telefonate per l’Italia possono essere effettuate direttamente dalle camere dei vari villaggi, tranne dove espressamente indicato. Il costo delle chiamate è molto elevato: circa 20.- usd per 3 minuti. In quasi tutte le isole possono essere utilizzati i telefoni cellulari ma la copertura non sempre è ottimale pertanto non è garantito che il servizio sia sempre funzionante.

ELETTRICITA’
Il voltaggio dell’energia elettrica è di 220 volts. Ove ci fossero le prese di corrente a lamelle piatte si può contattare la reception del villaggio per richiedere gli adattatori.

SHOPPING
Parei, magliette, oggetti di legno intagliato o manufatti in foglie di palma sono acquistabili in tutti i negozietti presenti sulle isole turistiche, nelle isole dei pescatori o a Malè. Sconsigliamo l’acquisto di oggetti in corallo
e tartaruga per non favorirne il commercio e salvaguardare quindi queste specie protette. Multe molto salate vengono inflitte a coloro che sono trovati in possesso di tali oggetti alla dogana.

CLASSIFICAZIONE  RESORT  E  HOTELS
Alle Maldive non esiste una classificazione ufficiale con le “stelle” come in Italia o in altri Paesi. La valutazione di 3 stelle – 4 stelle – 5 stelle – 5 stelle Lusso,  è stabilita dall’organizzatore (tour operator) in base a propri criteri di valutazione degli standard di qualità.

VACCINAZIONI  E  ASSISTENZA  MEDICA
Non è richiesta nessuna vaccinazione o profilassi obbligatoria. Oltre ai medicinali di uso personale, consigliamo di portare con sè per ogni evenienza mercurocromo, cerotti e pomate antibiotiche per eventuali escoriazioni sui coralli, repellenti contro gli insetti, una buona crema solare e una pomata contro eventuali scottature. A Malè si trovano un piccolo ospedale ed una clinica con assistenza europea .

ABBIGLIAMENTO
Si consiglia un abbigliamento leggero ed essenziale avendo cura di indossare capi di cotone e di evitare i tessuti sintetici. Copricapo, occhiali da sole e scarpette di gomma per non ferirsi col corallo, repellenti per le zanzare. Ricordiamo di portare pinne, maschera e boccaglio, indispensabili per lo snorkelling (quando non sono reperibili nei resort). Gli abiti formali non sono richiesti in nessuna isola, così come le scarpe potrebbero non servire per tutto il soggiorno, seguendo la più antica delle tradizioni maldiviane. Consigliamo pertanto di non appesantire inutilmente le valigie e di munirsi invece di occhiali da sole e copricapo che saranno indispensabili. All’arrivo all’aeroporto di Malè si consiglia di avere a portata di mano alcuni capi leggeri per evitare lo sbalzo di temperatura uscendo dall’aereo e per essere a proprio agio durante i trasferimenti all’isola. E’ buona regola portare un k-way per gli eventuali schizzi d’acqua sul motoscafo. Topless e nudismo sono vietati, in generale sono sconsigliati indumenti troppo succinti nelle aree comuni e durante le escursioni a Malè o alle isole dei pescatori.

DOGANA
La Repubblica delle Maldive è un paese mussulmano per cui è assolutamente vietata l’importazione di alcolici, carne di maiale, riviste con nudi, statue di divinità o immagini sacre. Pene severissime, l’ergastolo, per ogni tipo di droga o sostanze stupefacenti. Per il possesso di medicinali con sostanze “psicotrope” come il Tavor ed il Valium occorre esibire alla eventuale richiesta del personale della dogana, una prescrizione medica in inglese.

ESCURSIONI
Tutti i villaggi offrono, durante la settimana, una scelta di divertenti ed interessanti escursioni da prenotare in loco. Le escursioni su base individuale sono molto difficili da organizzare e soprattutto sono molto costose.

RELIGIONE
La religione ufficiale è quella musulmana.

TRASFERIMENTI  IN  IDROVOLANTE                                                                                                   Gli idrovolanti hanno una capienza massima di 14/15 persone con una franchigia bagaglio di 20 kg per persona più 5 kg di bagaglio a mano. Per ogni chilogrammo in eccedenza a quelli consentiti vengono addebitati circa 5 USD e l’ importo totale deve essere pagato direttamente al banco di registrazione di Malè. Data la limitata capacità dei mezzi e la necessaria rotazione tecnica, può accadere che nei periodi di maggior afflusso di passeggeri le attese per l’ imbarco siano abbastanza lunghe oppure che il proprio bagaglio venga imbarcato su uno dei voli successivi e consegnato al proprio Resort qualche ora dopo. Ricordiamo che la priorità e l’ organizzazione degli imbarchi è riservata alla compagnia di trasporto interessata, pertanto eventuali disagi non sono imputabili all’ organizzatore. Per motivi di sicurezza i trasferimenti in idrovolante vengono operati soltanto durante le ore di luce, quindi entro e non oltre le 17.30 ora locale. Per avverse condizioni metereologiche o per ritardi del volo intercontinentale, può rendersi necessario il pernottamento in hotel a Malè. in questi casi, considerati di forza maggiore, non sono previsti rimborsi da parte dell’ organizzatore che non può garantire o intervenire nella gestione dei tempi di trasferimento.

IMPORTANTE                                                                                                                                              Ricordiamo alcune norme di fondamentale importanza in vigore alle Maldive: la pesca subacquea è proibita, fucili subacquei ed attrezzature analoghe vengono prontamente requisiti. E’ severamente proibito prelevare dal mare qualsiasi forma vivente ed esportare coralli, oggetti in tartaruga ed alcuni tipi di conchiglie di specie protetta.

BAMBINI  IN AEREO                                                                                                                                  Il volo alle Maldive con bambini è sicuramente, per ogni genitore, fonte di preoccupazione. I bambini, chiusi in uno spazio limitato, si stancano facilmente e quindi bisogna ingegnarsi per tenerli sempre occupati giocando con loro per distrarli cercando di ovviare ad alcuni problemi che si possono verificare durante il volo stesso. Arrivate all’aeroporto in anticipo per organizzare tutto con calma. Vestite i bambini a strati. Tenete nel bagaglio a mano i medicinali. Tenete nel bagaglio a mano qualche giochino che possa interessare il vostro bambino. Durante le fasi di decollo e di atterraggio, o comunque nel caso di sbalzi repentini di altezza, dare ai bambini caramelle o altro da succhiare per agevolare la fase di compensazione del timpano. Fate bere spesso il bambino per idratare il corpo, dato che l’aria dell’aereo è molto secca. Durante il volo fateli camminare per qualche minuto ogni tanto. Se necessario usate spray nasali e gocce per l’orecchio.

PER  I  SUB
E’ obbligatorio: portare con se un certificato medico che attesti l’ idoneità allo svolgimento delle attività subacquee; sottoscrivere per accettazione il regolamento e le normative in vigore presso il centro o la scuola: i sub già esperti devono presentare il patentino rilasciato da: F.I.P., C.M.A.S., F.I.A.S. o P.A.D.I., l’ iscrizione alla scuola, comprende la copertura assicurativa obbligatoria (sono esenti solo i sub che possono dimostrare di avere una assicurazione propria equivalente). Il periodo di maggior limpidezza dell’acqua marina, consigliato ai subacquei e ai foto-sub, va dai inizio novembre alla fine di marzo. I mesi in assoluto, per la massima visibilità sott’acqua, sono febbraio e marzo. Nel periodo compreso tra fine aprile e inizio di settembre la visibilità sott’acqua si riduce notevolmente, a causa della presenza di una grande quantità di organismi plantonici, portati dalle correnti

da maldivevacanze.it

Leave a Reply