Categorie
alberghi turismo ultime notizie vacanze

Gli alberghi green d’Italia per vacanze chic

Vacanze eco chic: i 10 alberghi più green d’Italia
Aumentano gli hotel ecosostenibili, per non mandare in vacanza il rispetto per l’ambiente

Relax, raffinatezza, paesaggi mozzafiato e, perché no, sostenibilità. Sono sempre di più gli alberghi costruiti e gestiti con materiali e tecniche che rispettano l’ambiente. Il settore turistico si è dimostrato tra i più attenti alle tematiche green. In Italia gli alberghi “bio” sono circa 500, la regione più virtuosa è l’Emilia Romagna, dove si trova il 50 per cento delle strutture con l’etichetta ecologica promossa da Legambiente Turismo.
Uno sforzo apprezzato anche dagli utenti: secondo il rapporto Ecotur nel 2011 il fatturato del turismo sostenibile è cresciuto dello 0,24% e le presenze sono aumentate dello 0,46%. Un risultato importante, soprattutto in un contesto di crisi internazionale, che non ha risparmiato nemmeno il settore vacanziero. Tra pannelli fotovoltaici e colazioni biologiche, ecco quali sono i 10 hotel più green d’Italia .

Chi non concepisce un’estate senza mare e spiaggia può approdare all’Hotel Viticcio di Porto Ferraio, isola d’Elba (GR), uno dei più virtuosi secondo la classifica di Legambiente. Qui si utilizza solo carta riciclata, i rubinetti di docce e lavandini hanno sistemi di risparmio energetico e si organizzano corsi di ecologia.

Il mare si tinge di verde anche in Sardegna. Il Grand Hotel Terme di Fordongianus (Oristano) è stato costruito rispettando l’ambiente incontaminato in cui è immerso, utilizzando la trachite rosa, pietra malleabile di origine vulcanica. Le ampie vetrate catturano i raggi solari e permettono di riscaldare anche le stanze interne. La maggior parte del fabbisogno energetico è ricavato grazie al geotermico e al fotovoltaico.
All’AmbientHotel Perù si insegna la filosofia della sostenibilità ai giovani che vengono a divertirsi a Rimini. La colazione è rigorosamente bio, con poche confezioni monodose, per evitare gli sprechi, e i prodotti di cortesia sono naturali al 100%. Si cena a lume di lampadine a basso consumo e ci sono agevolazioni per chi arriva in treno o predilige mezzi di trasporto collettivo.

Sulla costa adriatica si trova anche il primo hotel italiano, inaugurato nel 2010, completamente a energia solare. E’il Metropol di Senigallia (AN), dove ogni anno si risparmiano 45 tonnellate di Co2.

Se ci si vuole rilassare in montagna, senza dimenticare la sostenibilità, c’è l’imbarazzo della scelta. Nel parco delle Dolomiti del Brenta, a Madonna di Campiglio (TN) si trova il Bio Hotel Hermitage, costruito solo con legno biologico trattato con cera d’api, illuminato naturalmente e riscaldato per irraggiamento e con stufe in terracotta.
Più a Ovest,a Cervinia, in Valle d’Aosta, c’è l’Hotel Les Neiges d’Antan. Un albergo eco-chic con riscaldamento a legna, sauna finlandese e idromassaggio all’aperto.

Atmosfere sofisticate e sostenibili anche al Sextantio, l’albergo diffuso di Santo Stefano di Sessanio (AQ), borgo appenninico abruzzese a 1250 metri d’altitudine. La struttura è nata grazie all’operazione di recupero dell’omonimo paese, che un tempo contava 3 mila abitanti per poi svuotarsi completamente negli anni Cinquanta, rimasto indenne dopo il sisma che colpì l’Aquila nel 2009. Questo singolare hotel si inscrive in un progetto di turismo responsabile che non punta solo alla tutela dell’ambiente, ma anche a quella della storia e delle usanze locali.

Tradizione e ecologia sono protagoniste anche all’agriturismo Il granaio di Modica (RG), resort ecologico immerso nella campagna iblea, dove si mangiano frutta e verdure biologiche e carne di allevamento locale e si promuovono eventi dedicati all’ambiente.
E anche in città
Qualche angolo green si può trovare anche nella frenesia delle grandi città.

A Milano ha inaugurato lo scorso ottobre l’E.c.ho Hotel, della catena Star Hotel. La struttura propone riscaldamento solare e complementi d’arredo eco-compatibili.

A Roma, invece, l’Eco Hotel Tiburtina utilizza pannelli fotovoltaici e lampadine a basso consumo.

Due piccole oasi di relax cittadino per dimenticarsi di smog, traffico e rumore e ricordarsi dell’ambiente.

Micol Sarfatti

da TGCOM

Rispondi