Categorie
turismo

GUIDA BLU 2014, di Legambiente e Touring club italiano, al primo posto Castiglione della Pescaia

guida-blu-castiglioneMare: GUIDA BLU 2014, al primo posto Castiglione della Pescaia (GR).

Quest’anno sono 14 le localita’ marine e 7 quelle lacustri dove sventolano le 5 vele della Guida blu 2014 di Legambiente e Touring club italiano. Delle 21 localita’, Castiglione della Pescaia (Grosseto), che risale dal quarto posto dell’anno precedente, guida la classifica delle localita’ peninsulari seguita da Pollica-Acciaroli-Pioppi (Salerno) e Posada (Nuoro). Santa Marina Salina (Me) e’, invece, prima tra le isole minori e l’unica isola a raggiungere il traguardo delle 5 vele. La guida ‘Il mare piu’ bello’, la famosa Guida blu di Legambiente, che quest’anno ha una nuova veste grafica, che da’ piu’ spazio alle foto, ancora piu’ funzionale e pratica da consultare, e’ stata presentata questa mattina a Roma, presso la sede nazionale dell’associazione, dalla direttrice generale di Legambiente, Rossella Muroni, dal responsabile Turismo di Legambiente, Angelo Gentili, dal presidente del Touring club italiano, Franco Iseppi, Stefano Landi del Master Mmt-Universita’ Luiss, dal vice presidente di Federparchi, Salvatore Sanna, Giuseppe Dodaro dell’Istituto di ricerche ambiente Italia, da Francesco Carri, presidente Iccrea banca, dal responsabile Mare di Legambiente, Sebastiano Venneri, insieme ai sindaci delle localita’ premiate che hanno offerto un rinfresco con i prodotti tipici e di qualita’.

Nella classifica delle localita’ lacustri, domina il Trentino Alto Adige con Molveno (Tn), Appiano sulla strada del vino (Bz) e Fie’ allo Sciliar (Bz) che ottengono rispettivamente il podio. Infine, il primo posto al miglior comprensorio turistico va al Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia lungo la costa orientale della Sardegna. Quest’anno la Guida diventa anche social. Tutte le novita’, gli approfondimenti, gli appuntamenti saranno disponibili sulla pagina facebook. Una sorta di community che raccoglie le localita’ che in questi anni si sono trovate al vertice classifica della Guida Blu con l’obiettivo di condividere buone pratiche e migliorare le proprie performance di sostenibilita’ ambientale.”Nel corso di questi anni la Guida blu, frutto di una longeva collaborazione con il Touring club italiano, e’ diventata una importante bussola nel panorama del turismo balneare e lacustre, orientando i tanti turisti che vogliono fare una vacanza indimenticabile spendendo poco senza pero’ rinunciare alla qualita’. Le molte localita’ del nostro vademecum, capaci di coniugare l’offerta turistica con scelte innovative in tema di tutela, conservazione e gestione del territorio, di rifiuti, energia e qualita’ della ricettivita’, con le loro esperienze di successo dimostrano tutta la competitivita’, la forza e la bellezza di un turismo sostenibile che non conosce crisi e che puo’ diventare un elemento chiave dell’impresa turistica” dichiara Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente, oggi alla presentazione della nuova guida ‘Il mare piu’ bello’. “Tra le novita’ di questa edizione oltre a un importante restyling grafico, ci piace, infine, sottolineare il contributo dei testimonial del territorio, che con i loro ricordi, impreziosiscono la guida e fanno scoprire i tanti luoghi, simbolo della grande bellezza del Paese, in maniera autentica e piu’ intima”, aggiunge Muroni. “Le localita’ premiate con le 5 vele da Legambiente “rappresentano l’eccellenza dei distretti del nostro territorio costiero- dichiara Angelo Gentili, responsabile Turismo di Legambiente- la qualita’ che fa la differenza e che traccia le linee guida di cio’ che dovrebbe rappresentare il futuro del nostro comparto turistico, capace di garantire occupazione e rilancio dell’economia. Uno scenario positivo, che riesce a coniugare l’autenticita’ e l’identita’ dei luoghi, con la bellezza del mare, delle isole e della costa, puntando a valorizzare la qualita’ dei servizi e la sostenibilita’ ambientale”.

Da meteoweb.eu

Rispondi