Google Maps : ora anche le mappe di grandi magazzini, aeroporti e grandi stazioni ferroviarie

Aeroporti, stazioni e negozi
Google maps ora anche indoor
Il popolare servizio di geolocalizzazione si aggiorna, per ora sul mercato giapponese e statunitense, ed entra anche in edifici pubblici e privati. Grazie ad accordi specifici. Il business si allarga e i concorrenti non stanno a guardare

di LORENZA CASTAGNERI

QUANTE volte vi è capitato di perdervi nei meandri di un centro commerciale o tra un corridoio e l’altro di un aeroporto mentre, trolley alla mano, eravate alla disperata ricerca del vostro gate o del deposito bagagli? Tante, forse, ma anche in questi casi, la tecnologia può ricorrere in aiuto. Da da pochi giorni, Google ha lanciato sul mercato americano e su quello giapponese un aggiornamento di Google maps che include le mappe di grandi magazzini, aeroporti e grandi stazioni ferroviarie. Al momento la nuova versione è pensata esclusivamente per smartphone e tablet che hanno installato il software Android. Ma l’azienda promette per i prossimi mesi ulteriori novità e di aggiungere altre mappe di edifici pubblici e privati. I gestori interessati non dovranno fare altro che dare il loro consenso alla mappatura.

Un modo, dunque, per orientarsi anche in luoghi chiusi dove è spesso difficile trovare la giusta direzione. Come per il tradizionale Maps, un puntino azzurro indica la posizione dell’utente nello spazio e gli consiglia il percorso più veloce per trovare il bar preferito, il negozio di souvenir o la toilette. Il tutto in pochi minuti, senza perdere tempo davanti a un pannello esplicativo difficile da interpretare o dover chiedere informazioni all’addetto di turno. E quando ci si sposta da un piano all’altro l’interfaccia si aggiorna automaticamente. Gli sviluppatori hanno ottenuto questo risultato usando un approccio analogo a quello di My Location per gli spazi esterni ma modificato in modo tale da mappare anche gli interni.

Con il progetto alle battute iniziali, Google ha avviato una partnership con vari marchi commerciali, aeroporti e stazioni ferroviarie negli Stati Uniti e in Giappone: Macy’s, Ikea, con i gestori degli scali internazionali di San Francisco, Chicago e Narita e con la compagnia ferroviaria del Sol levante Tokyu. Ulteriori sviluppi per ampliare l’offerta del servizio sono attesi nei prossimi mesi. Tuttavia, non è ancora dato a sapere se la nuova versione di Google maps verrà allargata anche ai prodotti di Apple come iPhone e iPad e ai computer.

Se Google agisce sul fronte “mappe”, i concorrenti di certo non restano a guardare. Circa un mese fa Microsoft ha annunciato la nuova versione dell’applicazione Bing mobile per iPhone e Android. Maps/List Split View consentirà di abilitare una visualizzazione dinamica sulle mappe con tanto di lista dei punti di interesse aggiornata in tempo reale durante il viaggio. Senza dimenticare la funzione Click to share che consente di condividere sui maggiori social networks i risultati di una ricerca o di inviarli via sms.

da REPUBBLICA.IT

Leave a Reply