Golosaria 2012 e i castelli del Monferrato

Riparte Golosaria fra i castelli del Monferrato

Anche quest’anno, nei primi due weekend di marzo riparte Golosaria,il viaggio tra i castelli del Monferrato. Per il VI anno questa zona, tra le più castellate d’Europa, si animerà tra cultura, gusto e tradizione alla scoperta dei luoghi più suggestivi. L’apertura della rassegna si preannuncia spumeggiante con l’Aperitivo alla Marengo (2 marzo), per cui 20 locali della movida alessandrina si animeranno preparando cocktails speciali, utilizzando il brut Marengo, e piatti della tradizione. Sabato 3 e domenica 4 marzo saranno invece i paesi e i castelli ad aprire le loro porte per far scoprire le meraviglie e le bellezze di questa terra, spesso sconosciute alla massa. Presso il castello di Casale Monferrato, cuore di Golosaria nell’Alessandrino, saranno poi raccolti i 70 migliori produttori di cose buone del Golosario. Nell’occasione viene presentata la nuova applicazione Il Golosario Monferrato (per iPhone, iPod Touch e iPad) firmata da Paolo Massobrio.  (oltre al programma sul sito www.golosaria.it).

Oltre 1.200 segnalazioni tra ristoranti, trattorie, aziende agrituristiche, alberghi, b&b, cantine, negozi, produttori e luoghi da vedere: l’APP indispensabile per il turismo enogastronomico in Monferrato firmata dall’ autore della GuidaCriticaGolosa e del Golosario. Il Golosario Monferrato, la nuova app gratuita firmata da Paolo Massobrio, è online da oggi sull’App Store, disponibile per iPhone, iPad e iPod Touch. Ideata in occasione dell’edizione 2012 della manifestazione Golosaria in Monferrato è un utile e innovativo strumento per conoscere in modo semplice e diretto quella che è la regione più castellata d’Italia. L’applicazione, suddivisa tra le province di Alessandria ed Asti, è organizzata in quattro sottozone, in cui si potranno effettuare ricerche relative a: dove mangiare, dove dormire, cosa vedere, cantine, dove acquistare. La scelta spazia tra oltre 1200 segnalazioni (ristoranti, trattorie, agriturismo, alberghi, b&b, cantine, negozi, produttori e luoghi da vedere) che possono essere cercate selezionando la zona di interesse o all’interno dell’intero Monferrato. È inoltre possibile effettuare le ricerche utilizzando la georeferenziazione, il tasto “around me” (anche da posizione remota, per organizzare il viaggio da qualsiasi luogo), ma anche condividere le informazioni con gli amici, salvare tra “i preferiti” le segnalazioni utili e aggiungere in calce ad ogni scheda note personali. Ma il vero punto di forza di questa app, realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, è il suo continuo aggiornamento. Innanzitutto con un notiziario online, consultabile direttamente dall’iPhone o dall’iPad, aggiornato settimanalmente con news ed eventi dal territorio monferrino. E poi con le puntuali segnalazioni di nuovi locali e negozi scoperti e recensiti nell’arco dell’anno, modifiche dei dati, trasferimenti, chiusure e cambi di proprietà. L’App Il Golosario Monferrato propone anche un “dizionario gastronomico del Monferrato” caratterizzato da oltre 120 lemmi corredati da una foto e una piccola presentazione storica dell’area. Per scaricarla, basta collegarsi con il proprio dispositivo mobile all’Apple Store e cercare “Golosario Monferrato” oppure connettersi alla pagina: http://itunes.apple.com/it/app/il-golosario-monferrato/id504645660?mt=8.

Tra le location ecco  i nomi di ben 19 paesi: Alfiano Natta, Altavilla Monferrato, Camino, Cerrina Monferrato, Gabiano, Giarole, Felizzano, Fubine, Lu Monferrato, Mirabello Monferrato, Murisengo, Oviglio, Pontestura, Ponzano, Quattordio, Rosignano, San Giorgio Monferrato, Serralunga di Crea, Vignale Monferrato. Dal 9 all’11 marzo sarà invece il Monferrato Astigiano a mostrare i suoi gioielli. Anima dell’evento sarà Palazzo dell’Enofila di Asti, sede della seconda edizione della Fiera dei Vini della Luna di Marzo, con la presenza dei migliori vini del Piemonte, le eccellenze di Golosaria e di “Asti fa goal”, oltre che del Festival delle Sagre Invernali. Nei paesi la rassegna vivrà a: Cisterna d’Asti, Castell’Alfero, Montiglio Monferrato, Piea, Dusino San Michele, Grana e Casorzo, Montemagno e Grazzano Badoglio, dove riposa il marchese Aleramo di Monferrato, fondatore di questa terra nell’anno 961 e dove avverrà la chiusura dell’evento. Tutti i luoghi, le curiosità e le informazioni su questo evento sono disponibili sul sito www.golosaria.it

Domenica 4 marzo i bolidi della strada si mescoleranno alle fuoriserie del cibo, sotto l’abile regia del maestro di comicità Marco Della Noce (il celebre Oriano Ferrari di Zelig). Tutto questo a Vignale Monferrato dove alle ore 11,00, in piazza del Popolo, sarà inaugurato il 1° Raduno dei paesi che hanno adotato la denominazione comunale (De.Co.). Saranno decine gli stand espositivi con specialità da tutte le zone d’Italia, dai dolci siciliani al pane monferrino, dagli antichi mais del vicentino a una speciale “pizza” pugliese. In piazza del Popolo è stata allestita anche un’apposita area ristoro con un menù tutto a denominazione comunale: riso alla pilota di Castel d’Ario (Mn), lasagne alla maniera di Ormea (Cn), frittata di Ceva (Cn), zuppa di Clavesana (Cn) e farinata di Novi Ligure (Al). Il lato gastronomico sarà anche abbinato alla comicità come già si è visto sul palco di Vignale nelle recenti edizioni di Golosaria.

All’inaugurazione delle 11.00, con Paolo Massobrio e il sindaco Tina Corona sarà presente il comico di Zelig Marco Della Noce che nei panni di Oriano Ferrari divertirà il pubblico con una serie di sketch dedicati alla “rossa” più famosa d’Italia, che si potrà ammirare sfilare anche per le strade del paese. Il brindisi sarà con il Grignolino e con gli altri vini locali, grazie agli stand dei produttori ospitati nei pressi di piazza del Popolo, mentre nell’arco della giornata sarà possibile rivivere momenti di vita medievale grazie ai figuranti di Principessa Valentina che sfileranno per le vie del centro storico.

Di seguito l’elenco dei Comuni che parteciperanno a Golosaria con i loro prodotti a denominazione comunale:

Asti (At) torrone e miele; Biccari (Fg) · pizza a furni apierte; Caraglio (Cn) · torta della Vallera; Casalcermelli (Al) · torta di mandorle; Casteldaccia (Pa) · buccellato; Castel d’Ario (Mn) · riso alla pilota; Cavriana (Mn) · torta di S. Biagio; Ceva (Cn) · panino con la frittata, cevesi al liquore, funghi; Clavesana (Cn) · zuppa di clavesana; Cinaglio (At) · canestrelli e miele; Dusino San Michele (At) · conserve di verdura; Ferriere (Pc) · salumi e farina di castagne; Garessio (Cn) · pane di porri e patate; Giaveno (To) · pane e prodotti di panificazione; Grana (At) · oubià; Marano Vicentino (Vi) · mais marano; Mirabello (Al) · ragù di lumache; Moncalvo (At) · prodotti gastronomici dal bue; Montemale (Cn) · tartufo Nero Pregiato; Nibbiano (Pc) · treccia di Trevozzo; Novi Ligure (Al) · ceci e farinata di ceci, canestrello al gavi, bacio di dama, focaccia; Nucetto (Cn) · ceci, farina e derivati; Ormea (Cn) · fozze e lasagne all’ormeasca; Pecorara (Pc) · pane e funghi; San Salvatore (Al) · pane e prodotti di panificazione; Scagnello (Cn) · tartufo Nero Pregiato; Vignale Mto (Al) · bagna cauda

da quotidiano.net

Leave a Reply