India vietati sdraio e lettini sulle spiagge di Goa : in pericolo la deposizione delle uova delle tartarughe marine

India, stop a lettini e sdraio a Goa: disturbano le tartarughe marine
Le autorità fanno scattare il divieto sulle spiagge dell’ex colonia portoghese in occasione della stagione alta del turismo. Infastidiscono la deposizione delle uova delle testuggini che si svolge nei mesi invernali

Quest’anno lo spettacolo di migliaia di nidi di tartarughe Olive Ridley caratteristico della costa Gahirmatha, in India, non c’è. Tutta colpa dei turisti che affollano le spiagge della zona e in particolare quella di Goa, antica colonia portoghese.

La denuncia degli ambientalisti, che puntano il dito contro la crescente presenza umana sul litorale, ha subito mobilitato le autorità che non sono andate per il sottile: durante le feste natalizie sono state sequestrate centinaia di sedie a sdraio e lettini lungo gli oltre cento chilometri di costa della famosa località sul Mare Arabico. Per prendere la tintarella, quindi, i turisti si sono dovuti accontentare di un materassino o di un asciugamano steso sulla sabbia. In attesa che le tartarughe tornino a nidificare.

La decisione delle autorità locali è stata presa dopo che il Times of India aveva denunciato una forte diminuzione dei nidi delle tartarughe marine, una specie in via di estinzione, che depongono le uova sul litorale dell’Oceano Indiano. Sulla spiaggia di Morjin, una delle preferite dagli amanti dei “rave party” che si trova nel Nord di Goa, sono stati avvistati soltanto due casi di deposizione che avviene di notte dopo che le femmine scavano buche nell’arenile. Prima erano molti di più.

I nidi vengono protetti e sorvegliati da personale fino alla schiusa delle uova che avviene di solito dopo due mesi. Secondo gli ambientalisti, la pesca intensiva e la crescente antropizzazione delle spiagge stanno mettendo a rischio la sopravvivenza delle Olive Ridley, in particolare in Orissa, nella Baia del Bengala, dove sono più diffuse.

da repubblica.it

Leave a Reply