GMG 2011 a Madrid proteste e sister act video

Gmg 2011, si comincia fra tensioni e tafferugli In migliaia protestano a Madrid –
I contestatori: “Spese folli in un momento di crisi economica”. Invasa la Puerta del Sol, scambio di cori e battute tra manifestanti e pellegrini

Oltre 2mila persone hanno partecipato questa sera ad una manifestazione a Madrid contro il finanziamento pubblico alla visita del Papa, che sarà domani e fino a sabato nella capitale spagnola, nell’ambito delle celebrazioni per la Giornata Mondiale della Gioventù.

Al grido di “più lavoro e meno crocifissi” sono scesi in strada esponenti di gruppi atei, femministi, omosessuali, cristiani alternativi e del movimento degli indignados decisi a rivendicare una maggiore separazione fra Stato e Chiesa.

Al centro della protesta le spese di 50 milioni di euro per la visita del Papa, mentre il governo taglia sui servizi sociali. Parte del costo viene sostenuta da sponsor privati e dai contribuiti dei pellegrini, ma i manifestanti criticano anche il dispiegamento di 100mila agenti per la sicurezza e la riduzione del costo dei trasporti urbani per i partecipanti all’evento religioso.

Il governo socialista risponde che l’arrivo di 1,5 milioni di pellegrini si tradurrà in un’iniezione di 100 milioni di euro nell’economia della capitale spagnola. La manifestazione si è svolta dopo che un giovane studente messicano di chimica è stato arrestato ieri dalla polizia spagnola con l’accusa di voler preparare un attentato con gas tossico contro la marcia laica.

TENSIONI – Scambio di pareri non proprio amichevoli a Puerta del Sol  fra indignados e giovani pellegrini cattolici della Giornata Mondiale della Gioventù al termine della manifestazione convocata da 140 associazioni laiche e di sinistra contro i costi della visita del papa.

Gruppi di giovani indignados e di pellegrini si sono lanciati battute ironiche e commenti aggressivi. ‘’Andate a messa’’, o ‘’Papa nazista’’, alcune delle grida giunte dai manifestanti, ‘’Viva il Papa’’ hanno intonato in risposta alcuni pellegrini

“Il tuo zainetto lo pago io, mettici i preservativi’’ ha gridato una indignada a un giovane pellegrino. I papa-boys hanno tutti in spalla lo zainetto arancione consegnato loro dall’organizzazione Gmg con il ‘kit del pellegrino’.

Fra i giovani cattolici e i manifestanti ci sono stati scambi di cori, mentre la polizia tentava di mantenere separati i due gruppi. Le forze dell’ordine hanno chiesto ai giovani cattolici di allontanarsi, ha riferito la tv pubblica Tve. La manifestazione degli indignados era stata autorizzata dalla prefettura di Madrid.

Diverse centinaia di indignados, al termine della manifestazione, hanno occupato la emblematica piazza madrilena, che ha visto nascere il 15 maggio il loro movimento.

IL BILANCIO – E’ di almeno sei manifestanti arrestati e due agenti feriti il bilancio provvisorio dei tafferugli scoppiati in serata a Puerta del Sold. Gli agenti avevano caricato centinaia di indignados che avevano manifestato ufficialmente contro i costi della visita del Papa. La polizia aveva formato un cordone di uomini per separare i dimostranti e i pellegrini. Lo riferisce il sito web di El Mundo.

LA GMG 2011 –  I dodici ragazzi che pranzeranno con il Papa saranno scelti per la prima volta tra i volontari che hanno contribuito alla realizzazione della Giornata mondiale della gioventù. Benedetto XVI siederà personalmente in confessionale per impartire il sacramento della riconciliazione ad alcuni giovani. Tra gli incontri tematici anche quello con i docenti universitari di meno di 40 anni.

Sono queste alcune delle novità della XXVI Giornata mondiale della Gioventù, la terza per Benedetto XVI dopo Colonia 2005 e Sydney 2008, quella in cui si consoliderà lo stile impresso da papa Ratzinger alle Gmg inventate dal predecessore, e il proprio modo di relazionarsi con il mondo giovanile.

E proprio Benedetto XVI ha chiesto oggi ai fedeli di unirsi “spiritualmente” e “con la preghiera” a questo “importante evento ecclesiale” in corso a Madrid e al suo viaggio nella capitale spagnola. “Domani mi recherò a Madrid, dove avrò la gioia di incontrare numerosi giovani là convenuti per la XXVI Giornata Mondiale della Gioventù”, ha detto il Pontefice salutando i pellegrini di lingua italiana al termine dell’udienza generale nel cortile interno della residenza di Castel Gandolfo. “Vi chiedo di unirvi spiritualmente con la preghiera a questo importante evento ecclesiale”, ha aggiunto, che ha anche ringraziato i fedeli per questa loro preghiera.

Ratzinger ha anche invitato i fedeli alla meditazione. “Nel nostro tempo – ha detto Benedetto XVI nella breve catechesi – siamo assorbiti da tante attività e impegni, preoccupazioni, problemi; spesso si tende a riempire tutti gli spazi della giornata, senza avere un momento per fermarsi a riflettere e a nutrire la vita spirituale, il contatto con Dio”.

da quotidiano.net

Leave a Reply