Categorie
repubblica ceca

Gli Italiani e le vacanze in repubblica ceca

Italia terzo mercato per Repubblica Ceca
Nel 2011 viaggiatori italiani in aumento del 3%, non solo a Praga ma in tutto il Paese

Più promozioni per i cosiddetti “city break”, i weekend ‘mordi e fuggi’ nella capitale, e un “pool strategico” per incentivare il turismo religioso e dello spirito: è la strategia con cui affronta il 2012 la Repubblica Ceca, uno dei Paesi che anche i viaggiatori italiani sembrano apprezzare sempre di più. A conferma di ciò i dati del 2011, diffusi dall’Ente del Turismo ceco, che evidenziano italiani in aumento di oltre il 3% e l’Italia terzo mercato in termini di pernottamenti dopo Germania e Russia.

A trainare la crescita dei turisti italiani è stato in particolare l’ultimo trimestre dello scorso anno – grazie alle gite nei fine settimana e ai mercatini di Natale – che ha totalizzato 80 mila arrivi dal nostro Paese e un incremento di oltre il 10%. In aumento verso la Repubblica Ceca anche i viaggi d’affari da parte di italiani, mentre l’unico comparto che ha conosciuto una significativa riduzione è stata quella dei viaggi scolastici e d’istruzione, con un -13% relativo al primo trimestre del 2011. Complessivamente il turista italiano predilige i pernottamenti in hotel a 4 stelle (55%), mentre i 5 stelle hanno raccolto il 10% delle prenotazioni.

I nostri connazionali sono sempre più attratti non solo dalla capitale, Praga, meta dal fascino romantico inossidabile, ma anche da altre regioni del Paese. Ad esempio la Moravia Meridionale con Brno, servita dai collegamenti aerei di compagnie low cost, ma anche la Moravia Orientale con Zlin, che ha registrato un incremento del 35% di italiani. Bene anche gli arrivi nelle terre della birra, come la Boemia Meridionale e la zona di Pilsen.

Per il 2012, oltre ad incrementare le combinazioni di City-Break su Praga, l’Ente del Turismo ceco ha in serbo pacchetti “Fly&Drive” – Vola e Guida – per scoprire nuovi volti della capitale, ma anche di città come Brno o per esplorarne i dintorni: dalle città termali ai siti Unesco, dai monumenti di archeologia industriale ai luoghi sacri. Un occhio di riguardo proprio nei confronti del turismo religioso. Quest’anno la Repubblica Ceca lancia una vera e propria squadra di esperti per soddisfare la domanda crescente di pellegrinaggi e viaggi dello spirito con la collaborazione con alcuni tour operator dedicati. Il Fly&Drive è invece favorito dai collegamenti aerei con l’Italia. Oltre a Czech Airlines da Milano e Roma (in estate anche da Venezia) su Praga, da Milano Malpensa sono operativi voli AirOne (da marzo anche da Pisa e Venezia), Wizzair (ora anche da Roma su Brno), Wind Jet (soprattutto dal Sud Italia), Easy Jet, Smartwings e i collegamenti estivi di Ryanair. Informazioni: www.turismoceco.it.

da ansa.it

Rispondi