Turismo scolastico in calo

SCUOLA: TOURING CLUB, MENO GITE TURISTICHE E PIU’ COSTOSE

Il turismo scolastico nell’anno accademico 2010/2011 ha subito un calo del 38%. Gli studenti delle scuole superiori che hanno preso parte a un viaggio d’istruzione sono stati 760mila, su una domanda potenziale di 2,7 milioni, con un conseguente decremento del fatturato generato dal settore: 215 milioni di euro rispetto ai 340 milioni dell’anno precedente (-36,6%).

Leggermente in aumento, invece il costo medio del pacchetto di viaggio che passa da 264 a 284 euro. Sul totale delle gite monitorate si assiste a una distribuzione abbastanza equilibrata tra mete italiane e straniere. Sono i risultati dell’Osservatorio del Turismo scolastico elaborati dal Centro studi del Tci, il Touring club italiano, e presentati a Benevento Classe turistica, Festival del turismo scolastico.

Secondo i dati, le mete predilette per le gite all’estero rimangono Spagna, Repubblica Ceca, Germania e Francia con Barcellona, Praga, Berlino e Parigi citta’ preferite.

In Italia le piu’ scelte sono Roma, Firenze e Torino che sale ai vertici sulla spinta dell’Anniversario dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia.

Sempre piu’ classi scelgono i voli low cost (33,3%), anche se il pullman rimane il mezzo piu’ utilizzato (52,6%).

Sono sempre piu’ frequenti i viaggi all’insegna della natura, scientifici e nei piccoli centri della penisola.

Gli studenti prediligono Internet come mezzo per prepararsi alla gita, mentre gli insegnanti continuano a seguire una linea piu’ tradizionale con lezioni ad hoc in classe.

Diverge anche la percezione del viaggio d’istruzione: per gli studenti e’ un’occasione per socializzare, per gli insegnanti un importante momento di formazione. In entrambi i casi le risposte confermano la connotazione culturale delle gite.

Il Touring club italiano, che per primo ha introdotto agli inizi del Novecento l’idea e la pratica della gita scolastica, continua a promuovere il viaggio d’istruzione oltre che come attivita’ di svago anche quale occasione di approfondimento culturale, umano e formativo per meglio coniugare le esigenze della gita “tradizionale” con i bisogni e i gusti degli studenti.

Proprio in funzione di questo obiettivo, ha preso il via la V edizione di Classe Turistica, Festival del turismo scolastico promosso dal Tci, realizzato in collaborazione con il Miur. La manifestazione intende rispondere alle necessita’ educative e formative degli studenti italiani rispetto al viaggio d’istruzione, quale momento di arricchimento conoscitivo, culturale, umano e professionale.

da AGI.IT

Leave a Reply