Categorie
società turismo ultime notizie vacanze viaggi

Le “vacanze fai da te” dei giovani

I giovani preferiscono vacanze fai da te, in testa viaggi educational e natura
Il primo criterio di scelta per la struttura ricettiva è il rapporto qualità/prezzo, prediligendo, nel 52% dei casi, b&b o affittacamere e nel 48% gli alberghi

giovani_vacanze_fai_da_teFra i giovani vince la vacanza fai da te. L’82%, fra i 16 e i 35 anni, organizza la propria vacanza in maniera autonoma tramite la messa a sistema delle informazioni sui singoli servizi che riesce ad acquisire online, e il primo criterio tramite il quale sceglie la struttura ricettiva è il rapporto qualità/prezzo, prediligendo, nel 52% dei casi, b&b o affittacamere e nel 48% gli alberghi. E’ questo ciò che emerge da un’indagine di Cts, su guasti e abitudini dei giovani in materia di viaggi, realizzata nell’ambito del progetto Educa.Re (Educa Responsabile), insieme all’associazione Carta Giovani e cofinanziata dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il campione che ha risposto al questionario comprende 306 ragazzi tra i 16 e i 35 anni: la settimana di vacanza è la tipologia maggiormente segnalata, con il 45% delle preferenze, seguita dalle vacanze lunghe (29%). I weekend, hanno ottenuto il numero inferiore di risposte (26%), ma rappresentano la tipologia di vacanza più frequente nell’arco di un anno: chi sceglie le vacanze brevi organizza mediamente 4 weekend l’anno. I giovani, secondo l’indagine poi, fanno in un anno, in media, una vacanza lunga di almeno 10 giorni, più due settimane.

Per quanto riguarda i gusti dei giovani viaggiatori, il 68% è spinto dalla necessità di visitare posti nuovi, mentre l’81% avrebbe piacere di effettuare un viaggio con un gruppo di persone con il quale condivide gli stessi interessi. Gli ambiti di interesse riguardano nel 61% dei casi del campione i viaggi culturali (tour archeologici, città d’arte), il 59% i ‘viaggi educational’ (vacanza lavoro, au pair, stage in azienda, corsi di lingua, programmi di volontariato), e per il 37% i viaggi natura (aree protette, escursionismo, agriturismo, turismo rurale). Fra le mete future dei ragazzi sono i paesi esteri i più ambiti, con l’89% delle preferenze. L’Europa è il preferito (53%), segue l’America con il 22% e l’Asia.

da adnkronos

Rispondi