Giornata mondiale del turismo martedì 27 settembre 2011

TURISMO: BRAMBILLA, GIORNATA MONDIALE DEDICATA AI NOSTRI CUOCHI
L’enogastronomia e’ un “linguaggio universale” con cui il nostro Paese parla al mondo intero, e’ ambasciatrice di italianita’ fin nei piu’ remoti angoli del pianeta. Ecco perche’ il ministro del Turismo, on. Michela Vittoria Brambilla, ha voluto celebrare la XXXI Giornata mondiale del turismo, martedi’ prossimo, al 31° piano del Pirellone a Milano, con l’evento “L’Arte della ristorazione come protagonista dell’offerta turistica italiana”, che avra’ inizio alle ore 10.30. Per la prima volta viene riconosciuto alla nostra enogastronomia e alla creativita’ dei nostri cuochi, un ruolo d’eccellenza nel turismo. Il programma prevede la consegna di dieci riconoscimenti speciali del Ministro del Turismo, in linea con gli indirizzi di valorizzazione della ristorazione gia’ presenti nella Riforma del Turismo, divenuta legge lo scorso mese di giugno. Un premio d’eccellenza andra’ a Gualtiero Marchesi, principale interprete del rinnovamento della cucina italiana, e nove imprese di ristorazione riceveranno il premio ministeriale per aver promosso con la loro attivita’ l’immagine del Paese. L’evento, con la partecipazione del meglio della ristorazione italiana e di “testimonial” qualificati, sara’ aperto dal ministro Brambilla e si concludera’ con una sorpresa gastronomica d’eccellenza. La festa proseguira’ in tutte le Regioni italiane, “alla ricerca del piatto perduto”. In ogni Regione, fino alla fine dell’anno, centinaia di ristoratori aderenti alla FIPE, Federazione italiana pubblici esercizi, includeranno nei loro menu’ un piatto della tradizione locale cucinato secondo una ricetta ormai dimenticata. Un modo per celebrare la nostra identita’ e lo stile di vita italiano, che pur nelle diverse tradizioni culinarie dei territori riconosce nella buona tavola un comune denominatore. All’evento interverranno tra gli altri Philippe Daverio, critico d’arte e giornalista; Paolo Nespoli, astronauta; Paolo Secondo, ristoratore italiano a New York; Gianluca Bisol, produttore di vini.

da agi.it

Leave a Reply