Genitori Single non hanno i pacchetti famiglia

per-genitori-singleLa vacanza-odissea dei genitori single

Il difficile turismo delle famiglie monoparentali: le offerte per il figlio a carico sono occasionali e mai d’agosto. I pacchetti con possibilità di socializzare “tra pari” inesistenti. In Gran Bretagna invece…
Clicca sulla foto per ingrandire

Inutile nascondere la testa nella sabbia: nel nostro Paese e nel mondo aumenta il numero di chi dice addio per sempre al partner e si accinge a cominciare una nuova vita. E se le offerte per i single di ritorno si moltiplicano a vista d’occhio (dai corsi di cucito alle feste per celebrare l’addio senza dimenticare le crociere e le serate per ritrovare l’anima gemella) l’industria dei viaggi comincia ad occuparsi anche dei single con figli, ossia le famiglie monoparentali.

In rete è un susseguirsi di appelli di madri e padri soli che cercano di organizzare la settimana di vacanza con i pargoli senza spendere un patrimonio (gli sconti per i bambini sono concessi se accompagnati da due adulti) e magari avere delle occasioni di socializzazione con altri genitori nelle loro stesse condizioni. Gli hotel italiani se ne sono accorti e iniziano timidamente a proporre pacchetti ad hoc e sconti, ma ancora tanto resta da fare. Prima di tutto l’offerta di socializzazione tra “pari” non viene neanche presa in considerazione. E poi, anche sul fronte delle agevolazioni, gli alberghi che pure prevedono sconti sul prezzo non le applicano quasi mai al mese più “caldo”, agosto. Vediamo allora cosa propone l’acerbo mercato italiano rispetto a quello ben più maturo inglese.

Il Belpaese. Le strutture recettive della riviera romagnola si dimostrano le più dinamiche a cogliere le nuove esigenze dei clienti. L’Hotel Alba D’Oro sul lungomare di Bellaria Igea Marina sembra avere tutto l’occorrente per una vacanza da trascorrere con i pargoli: noleggio bici, piscina coperta, centro benessere, campi da tennis, palestra,  baby-corner, animazione sulla spiaggia e un ristorante interamente dedicato ai piccoli ospiti. In più ha delle promozioni speciali per i genitori single che prevedono sconti fino al 50 percento per i bambini fino ai 6 anni
ma c’è un problema: la promozione non è valida nel periodo 1-24 agosto nel quale due persone (anche se la seconda è un ragazzino) pagano tariffa intera. E questo non è un caso isolato. Anche le realtà più sensibili ai cambiamenti della società e alle necessità delle nuove famiglie capitolano di fronte ai prezzi di mercato dell’Altissima stagione.

Sempre a Bellaria l’Hotel Zeus propone agevolazioni per genitori single, ma in questo caso non sono compresi i mesi di luglio e agosto stessa storia per l’Hotel Alba d’Oro a Gatteo Mare. E quindi che fare se si hanno le ferie solo ad agosto? C’è il Park Hotel Pineta che prevede prezzi ridotti per genitori single pure nel periodo più caldo dell’anno.

“Speciale Single” anche all’Hotel Junior di Rimini: i ragazzi fino agli 11 anni usufruiscono di sconti del 30 per cento. Oppure l’Hotel Morri’s , che propone una promozione allettante per trascorrere una settimana a Rimini se si hanno due bambini: l’alloggio del primo figlio è scontato e quello del secondo è addirittura gratis. Volete esplorare altri lidi? Le splendide spiagge siciliane vi attendono. Al Camping Panorama Village di Acireale (Catania) come in tutti i villaggi turistici c’è un mini-club per intrattenere i bambini durante il soggiorno, ma in più fino al 31 luglio la camera doppia la pagate al prezzo di una singola e il bimbo mantiene lo sconto di listino

Le stesse limitazioni di periodo riscontrare in Romagna si trovano in Alto Adige. Al Familien Hotel di Ortisei in Val Gardena potrete vivere una bellissima settimana tra escursioni e gite a cavallo con sconti per i bambini anche se in stanza con un solo genitore; ma ammirare le Dolomiti a prezzi ridotti è possibile solo fino a metà giugno.

Per uscire dalla consuetudine che ne dite di una vacanza in barca a vela? L’associazione Long John Silver aiuta i single con figli non solo ad organizzare il viaggio, ma anche a mettersi in contatto con altri genitori con le stesse esigenze e la stessa voglia di navigare tra l’ isola d’Elba, Capraia e l’Arcipelago Toscano fino alla Corsica e alla Sardegna. Prezzi a partire da mille euro per un adulto più un bambino/ragazzo con alloggio in cabina doppia.

Vista la scarsa offerta forse conviene puntare sul fai-da-te aiutati dai forum online. Qualche esempio? Su eViaggiatori c’è il “Gruppo genitori single in vacanza con i figli”, e su Facebook è stata aperta la pagina “Vacanze per genitori single” . Costruendo un gruppo potrete usufruire degli sconti “comitiva” e non essere mai soli: né voi né i vostri bambini.

Estero: l’Inghilterra ci surclassa. Uno sguardo oltremanica ci fa capire quanto ancora si potrebbe fare per questo settore. Non si tratta solo di prevedere delle agevolazioni nelle tariffe, ma anche di pensare all’intrattenimento di grandi e piccini. Nel Regno Unito esistono decine e decine di organizzazioni che oltre all’aspetto economico curano anche quello sociale: questi viaggi sono organizzati per consentire al piccolo di divertirsi al mini club e permettono al papà o alla mamma di stare in compagnia di altri “coetanei”.

Nulla è precluso alle famiglie monoparentali inglesi: dai safari in Kenia alle spiagge greche. Ecco quindi il Single Parent Travel Club che organizza le vacanze tenendo naturalmente conto dell’età dei bambini (per evitare che un adolescente sia costretto a trascorrere l’estate con degli infanti) e Single Parents on Holiday con un’ampia offerta non solo di settimane al mare, ma anche nelle più belle località montane d’Europa. La compagnia Eurocamp ha addirittura una sezione apposita e garantisce sconti  nel periodo più caro dal 17 luglio al 26 agosto.

Se ci tenete alla salvaguardia dell’ambiente non ci sono problemi, la Responsible Travel organizza viaggi a basso impatto ambientale per famiglie monoparentali e se temete che una vacanza con vostro figlio possa risultare noiosa (o se è il vostro piccolo erede a pensarla così) concedetevi una vacanza avventurosa in Giordania, Marocco, Vietnam o Nepal con Adventure Company: la scarica di adrenalina è assicurata.

Di Lara Gusatto da repubblica.it

Leave a Reply