Gaby Aosta precipita elicottero, due morti hanno perso la vita il pilota del velivolo, Angelo Domenico Praiale di 55 anni, albergatore e vicesindaco di Quincinetto e la cognata Sara Piras Piredda di 29 anni

gabi val d'aostaGaby: precipita elicottero, due morti. Tra le vittime il vice sindaco di Quincinetto
Gaby – Nell’incidente hanno perso la vita il pilota del velivolo, Angelo Domenico Praiale di 55 anni, albergatore di Quincinetto e Sara Piras Piredda di 29 anni.

Un elicottero è precipitato ieri sera intorno alle 20 nel vallone di Niel, nel comune di Gaby. Nell’incidente hanno perso la vita il pilota del velivolo, Angelo Domenico Praiale di 55 anni, albergatore e vicesindaco di Quincinetto e la cognata Sara Piras Piredda di 29 anni. Secondo la ricostruzione dei carabinieri Praiale aveva trasportato in un alpeggio in quota un suo amico e stava rientrando nella base di Quincinetto quando è stato sorpreso dalla nebbia e si è schiantato contro una parete rocciosa. I rottami del mezzo sono stati individuati questa notte dopo che ieri un cercatore di funghi ha segnalato un forte botto in una zona coperta di nebbia. Il recupero delle salme, che si trovano ora al Cimitero di Aosta, è avvenuto in mattinata da parte del soccorso alpino valdostano. Alle ricerche hanno preso parte anche i Vigili del Fuoco.

Due inchieste sull’incidente
Sull’incidente l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un’inchiesta di sicurezza per “appurare le cause” che hanno provocato la caduta dell’elicottero Alouette II marche I-PAAD. A comunicarlo è la stessa agenzia che ha immediatamente inviato in Valle d’Aosta un investigatore per svolgere un primo sopralluogo operativo.
Una seconda inchiesta verrà aperta dalla Procura di Aosta. Le indagini saranno condotte dai carabinieri della Compagnia di Chatillon e Saint-Vincent. Le eventuali responsabilità tuttavia, si apprende da fonti giudiziarie, sarebbero in capo al pilota deceduto nell’incidente.

Il testimone
“Ho sentito un forte rombo sopra il bosco, poi un boato assordante, e quindi il silenzio”. Così, ancora sotto shock, Mario Lazier, consigliere comunale di Gaby, ieri sera, mentre cercava funghi, ha segnalato ai carabinieri la caduta dell’elicottero che ha causato la morte di due persone.
“Subito, come da prassi, abbiamo effettuato gli accertamenti con gli uffici volo di Caselle e di Linate. Alcuni elicotteri erano in ritardo ma poi sono tutti rientrati”, ha spiegato il capitano dei carabinieri Enzo Molinari, comandante della Compagnia di Chatillon e Saint-Vincent. “Quindi – ha aggiunto – siamo venuti a sapere di questo piccolo velivolo privato che aveva appena trasportato una persona in una baita nella zona di Niel”.

di Redazione Aostasera

Leave a Reply