Fornovo Taro il Primo Raduno Nazionale di Befane

La rivincita delle scope: il Primo Raduno Nazionale di Befane
A riscattare le vecchiette con scarpe rotte e naso bitorzoluto ci pensa Fornovo Taro, nel parmense. L’Epifania si festeggia con sfilate, concorsi, striptease e aforismi su Twitter

Diventare brutte (o più brutte) si può. L’importante è munirsi di scopa, fazzoletto in testa anti-tentazione, scialle e gonnellone (meglio se sgualcito) e, naturalmente, un naso. Un grande e bitorzoluto naso. Sono questi i requisiti minimi per partecipare al Primo Raduno Nazionale delle Befane e dei Befani (sono chiamati in causa anche gli uomini) in programma il 6 gennaio a Fornovo Taro, nell’Appennino parmense. Una giornata per divertirsi in mezzo a un buffo corteo di befani ma anche una manifestazione competitiva, con gare, concorsi e premi. Senza mai prendersi troppo sul serio, ovvio.

Ci si sfida a colpi di scopa in tre categorie: vincono la befana più anziana (anche in versione maschile), il gruppo di befane più numeroso e quella venuta da più lontano. E non hanno dubbi alla Croce Verde Fornovese, che organizza il raduno: le befane arriveranno da tutta Italia. Il corteo parte alle 9 e va in giro per le vie del paese, la premiazione è alle 17.

Mentre le befane sfilano, gli spettatori non stanno solo a guardare. Tre concorsi e altrettanti premi in palio: per gli aspiranti registi c’è “vieni a Fornovo a girare il tuo film e pubblicalo su Youtube”; “pubblica la tua foto” è il concorso dedicato ai fotoreporter; per gli scrittori multimediali, invece, arriva Twitter, ovvero la befana in 160 caratteri. Vince l’aforisma più irriverente e originale.

La sera l’appuntamento è al Disco Pub della Befana al Foro 2000 per l’elezione di Miss Befana. Lo scettro della più bella tra le brutte viene consegnato solo a chi indosserà il costume più bello e saprà toglierselo meglio. Lo strip è attesissimo perché lo sanno anche a Fornovo che l’abito non fa il monaco.

Alessandra Turci

da VIAGGI.CORRIERE.IT