Flotta Gallura : da albergatori ad armatori

Turismo, gli albergatori varano la Flotta Gallura
Un gruppo di operatori turistici noleggerà una nave. Nel biglietto anche il pacchetto vacanze

di Serena Lullia

flotta_gallura_sardegnaGli imprenditori turistici diventano armatori e si preparano a far salpare la flotta Gallura. Trasporterà i vacanzieri dalla penisola alla Sardegna. In pochi mesi la provocazione di un gruppo di operatori turistici è diventata un’idea e oggi è un progetto concreto. Ieri si è costituita la società Gallura go in Sardinia scarl. Nove i soci fondatori e 100 le quote da 500 euro già sottoscritte dai privati di tutta la provincia. Ci sono ancora meno di cento quote libere, ma non mancano le richieste.

A trainare la nave con il galletto sono gli imprenditori turistici di Santa Teresa, paese in cui è nata l’idea di noleggiare una nave. Obiettivo dichiarato spezzare il cartello creato negli ultimi anni dalle compagnie di navigazione che ha portato alle stelle i prezzi dei biglietti. Il Consorzio operatori turistici di Santa Teresa, guidato dal presidente Gianpaolo Scano, ha lanciato l’idea della flotta Gallura dopo una stagione da dimenticare. Questa settimana verrà scelta la nave che dal primo giugno al 30 settembre dovrà trasportare turisti dalla penisola, fra i 1000 e i 2000 per corsa. Alti i costi di gestione, circa 40mila euro al giorno che gli imprenditori-armatori contano di coprire riuscendo a vendere almeno il 50 per cento dei biglietti. L’imbarco sarà consentito solo abbinando il trasporto all’acquisto di un pacchetto turistico in hotel, case vacanze, campeggi certificati.

Il presidente Scano è soddisfatto per il successo dell’iniziativa fra gli operatori. «Abbiamo più di cento soci e contiamo di completare la vendita delle quote – spiega Scano –. Abbiamo riscontrato una grande partecipazione nei comuni di Budoni, San Teodoro, Aglientu. Siamo dispiaciuti invece per la fredda reazione degli imprenditori di Arzachena, Olbia, Palau. Adesso lavoriamo alla costruzione del sito internet e alla strutturazione dell’agenzia di tour operator per i pacchetti nave».

Il varo della Flotta Gallura arriva in contemporanea con la visita dell’amministratore delegato di Tirrenia, Ettore Morace. L’ad della compagnia di navigazione sarà questo pomeriggio a Santa Teresa, nell’aula consiliare, per il primo incontro con i sindaci galluresi. La riunione porta la firma dell’associazione “Sardegna svegliamoci” che negli ultimi mesi ha tessuto la rete dei contatti per combinare l’atteso confronto. Stasera verrà aperto un tavolo tecnico sul tema dei trasporti e del caro traghetti. Parteciperanno, oltre ai primi cittadini, anche il presidente della commissione regionale ai Trasporti, Matteo Sanna, le associazioni di categoria Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confindustria. «Portare l’amministratore Morace a Santa Teresa è già una vittoria per il nostro movimento – spiega il presidente di “Sardegna svegliamoci” Paolo Vincentelli –. La nostra posizione di cittadini liberi da condizionamenti politici ci consente di assumere un ruolo di mediatori. Chiederemo impegni precisi sui prezzi dei biglietti».

da lanuovasardegna.gelocal.it

Leave a Reply