Categorie
firenze

Firenze aereo airbus 319 della Vueling in fiamma all’aeroporto Vespucci di Firenze

airbus 319 aereo incendio firenze vueling 04Firenze, aereo in fiamme all’aeroporto Vespucci
Il principio d’incendio in fase d’atterraggio  sul volo Vueling proveniente da Parigi. Nessun passeggero ferito: “Ho detto a mia figlia, Bruciamo, bruciamo”

L’aereo Vueling da Parigi atterra all’aeroporto di Firenze, raggiunge l’area parcheggio e si ferma. Poi il capitano si accorge che qualcosa non va: sul carrello d’emergenza c’è fumo e fiamme. “Ecavuado, evacuado”, dice allora l’hostess spagnola ai 121 passeggeri dell’airbus 319 arrivato a Firenze intorno alle 10.30. I portelloni vengono aperti, così come gli scivoli d’emergenza. Le persone a bordo, tanti francesi e orientali e qualche italiano lasciano a bordo i bagagli a mano e scappano fuori dall’aereo. Non ci sono stati feriti ma una donna incinta è stata portata a Careggi per accertamenti.

L’aereo Vueling dopo le fiamme

“Pensavamo fosse una bomba – racconta Alissa, una passeggera francese – L’atterraggio è stato veloce e non ci siamo accorti di nulla ma quando abbiamo toccato terra l’aereo invece di frenare sembrava accelerare. L’assistente di volo ci ha urlato di evacuare in spagnolo, hanno aperto le porte e siamo scesi dallo scivolo. I pompieri spruzzavano la schiuma sul carrello. Abbiamo avuto tanta paura”. I passeggeri ora sono in aeroporto in attesa di riavere i loro bagagli. Quelli in stiva sono stati restituiti mentre per quelli a bordo: cellulari, telefoni, zaini si attende l’ok dai magistrati. L’aereo è stato posto sotto sequestro con l’Enav e l’Ansv che hanno avviato un’indagine.

” Ci siamo resi conto che l’aereo andava più veloce del solito durante l’atterraggio e sulla pista – racconta un passeggero – poi c’è stata una frenata forte”. A bordo però nessuno si è fatto prendere dal panico: “Siamo scesi in silenzio, ordinati – dice una ragazza di Parigi – nessuno ha urlato”. E nessuno vuole lasciare il suo nome e cognome. “Ci hanno detto che non possiamo parlare con i giornalisti, e nemmeno fare foto”.

“Siamo atterrati tranquillamente – racconta Sara turista francese in vacanza in Toscana con la figlia – poi mentre eravamo fermi all’improvviso abbiamo visto sulla destra del fumo. Io mi sono spaventata ho detto a mia figlia ‘bruciamo! bruciamo!’. Ma sono arrivati i pompieri e ci hanno chiesto di lasciare in fretta l’aereo, ci hanno fatto uscire sullo scivolo spruzzando la schiuma. E’ stato tutto molto veloce. Ora aspettiamo di arrivare oltre i bagagli e recuperare anche borse con documenti e tutto quello che abbiamo lasciato sull’aereo”

di GERARDO ADINOLFI da repubblica.it

Rispondi