I luoghi per salvarsi dalla profezia Maya del 21 dicembre

Maya, fine del mondo: i luoghi che saranno risparmiati dalla profezia

Secondo la profezia Maya, il prossimo 21 dicembre le possibilità di salvarsi sono praticamente nulle. Tranne se vi troverete a Bugarach o a Spinello. Secondo la leggenda, il paesino francese arroccatto sui Pirenei, in cui abitano poco meno di 200 abitanti, si salverà dall’Apocalisse: una particolarità che lo ha reso ambitissimo da parte dei turisti che credono all’avverarsi della profezia, tanto che da mesi le camere dell’unico albergo del Paese sono sold out e addirittura c’è chi sta speculando sui creduloni, affittando case e terreni per cifre esorbitanti.

In realtà a salvarsi sarà il monte che sovrasta Bugarach, il “Pech”: le ragioni che renderebbero speciale questo luogo sono diverse. Sul monte esiste un anomalo magnetismo e qualcuno è arrivato a sostenere che, all’interno della formazione rocciosa, ci siano una base aliena, oppure reperti storici come l’Arca dell’Alleanza o il tesoro dei Templari o addirittura il sepolcro di Cristo.

Dal momento che è impossibile soggiornare nel paesino per scampare alla profezia, anche perchè Bugarach sarà off limits per ordine del sindaco che chiuderà tutte le strade d’accesso e che imporrà il divieto di sorvolo della zona, per salvarsi si può anche restare in Italia, a Spinello. Il paesino in provincia Forlì, nell’Appennino tosco-romagnolo, secondo i seguaci di Ramtha (un guerriero vissuto ai tempi del mito di Atlantide, che dal 1977, parla e insegna la liberazione e la consapevolezza del sé, utilizzando il corpo di una medium americana), sarebbe buon fortino da cui potrà partire la ricostruzione del mondo.

Ormai la comunità Ramtha si è integrata stabilmente nel paese e ha superato i 70 membri, che hanno costruito case e bunker, installato pozzi e cisterne d’acqua e hanno fatto scorte di legna, acqua, cibo in scatola e lampade a dinamo. Secondo la profezia di Ramtha, infatti, la fine del mondo si configurerà con uno stravolgimento ambientale e sociale che toccherà l’apice nei giorni dal 21 al 23 dicembre: in quei giorni potrebbe realizzarsi un rovesciamento del campo magnetico della Terra, che provocherà un enorme black out in cui un sovraccarico di energia farà andare in tilt tutto il sistema elettrico mondiale.

da excite.it

Leave a Reply