Fiera di Lonato del Garda 2011

Conto alla rovescia per la fiera un serpentone di 200 stand
Domani apre i battenti una delle manifestazioni più attese, è l’edizione numero 53
Le mostre ospitate nella palestra della scuola media Per gli appassionati di storia visite alla Ugo da Como e alla torre civica, sabato la benedizione dei trattori

È giunto il momento più atteso a Lonato. Si apre infatti domani l’edizione numero 53 della rassegna regionale dedicata all’agricoltura, all’artigianato e al commercio ma anche all’enogastronomia locale e non, da sempre la prima manifestazione fieristica dell’anno e anche tra le più frequentate.

Duecento gli stand allestiti con banchi provenienti da tutta la provincia e il Nord Italia, distribuiti lungo viale Roma, Corso Garibaldi, Via Tarello, Piazza Martiri della Libertà, i piazzali delle scuole (medie, Itis, elementari del Marchesino) e l’area del Palasport.

GLI STAND saranno aperti domani pomeriggio dalle ore 15 fino alle 21. Alla sera al Teatro Italia del Centro Giovanile Paolo VI Gran Galà Show con il cabaret di alcuni personaggi dello spettacolo (Zelig, La sai l’ultima, Colorado Cafè) e del cantante imitatore Antonio Mezzancella (Radio Studio Più). Presenta l’evento Marco Corona. L’ingresso è libero. Sabato mattina sarà invece aperta per tutto il giorno nella palestra della scuola media una mostra d’epoca del ciclo, motociclo e ricambi. Per le vie del Centro storico saranno le frazioni a farla da padrone con l’enogastronomia e la vendita, ma anche degustazione gratuita dei sapori bresciani.

INOLTRE un tuffo nel passato con rievocazioni storiche e le dimostrazioni degli antichi mestieri con artigiani alle prese con la lavorazione del rame, del ferro battuto, dell’argento e del legno. Alle ore 10 sarà aperto il percorso delle eccellenze del territorio gardesano nell’ex scuola materna «Lanni Della Quara». Sempre nelle giornate di sabato e domenica alle ore 10 sarà possibile visitare la Casa museo Ugo da Como, la Rocca Viscontea e il Museo Civico ornitologico.

L’associazione «La Polada» curerà invece l’ingresso alla Torre civica con ritrovo sotto il porticato del Comune. Sabato alle ore 11 la dimostrazione di trebbiatura del grano alla rotonda tra corso Garibaldi e via Galilei con la benedizione dei trattori. Fitto il programma culturale (in Sala Celesti, dalle ore 16) con la conversazione di Franco Liloni sul mondo contadino «come recipiente di antiche saggezze, culture dialettiche, antiche tradizioni e religiosità dimenticate», poi con gli Amici della Fondazione.

Roberto Darra

da BRESCIAOGGI.IT