Festa di Halloween in Italia

HALLOWEEN-MANIA, TUTTI GLI
APPUNTAMENTI DEL WEEKEND

halloween_italia3Nel ponte di Halloween verranno consumate in Italia un milione di zucche per decorare le case o per preparare piatti a base dell’ortaggio più grande del mondo. È la stima che arriva dalla Consulta nazionale dell’agricoltura, attraverso il suo rappresentante Rosario Lopa. La zucca, ricorda Lopa, è ricca di vitamina A. Fa bene alla linea e la sua polpa mescolata al miele è una buona maschera emolliente.

Una festa, quella di Halloween, tipica del Nord America, che è ormai diventata di grande attualità anche in Italia, dove la zucca rappresenta da tempo una realtà produttiva e gastronomica fortemente radicata sul territorio, i prezzi al dettaglio sono stabili rispetto allo scorso anno e variano attorno all’euro al chilo, con valori più alti per le zucche ornamentali e per quelle già tagliate da utilizzare in cucina nella preparazione di gustosi banchetti a base dell’ortaggio che può arrivare ai 400 chili di peso. La zucca appartiene alla tradizione italiana e campana tanto che la produzione è la più alta a livello europeo. Le regioni maggiormente interessate sono l’Emilia-Romagna, la Lombardia, il Veneto e la Campania. La zucca incorona i piatti della tradizione gastronomica italiana in particolare del Mezzogiorno. Basti pensare alla pasta con la varietà napoletana della Campania, quella gialla con peperoni e aglio in Abruzzo, il macco in Sicilia, e ancora, il risotto, le minestre, il pane, il purè, le crostate.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI

IL MOLISE RICORDA IL TERREMOTO. Anche il Molise si prepara a festeggiare la festa di Halloween, la celeberrima ricorrenza della notte di ognisanti che di anno in anno va sempre più radicandosi nella tradizione italiana. Anche se pochi conoscono le origini ed il significato di questa ricorrenza, nelle città della regione sono molte le discoteche ed i locali notturni che stanno organizzando feste a tema in costume. Idem si dica per le scuole dove i bambini hanno organizzato festicciole che ricordano molto il nostrano carnevale. Per l’intera regione domani è però anche una ricorrenza triste. Il 31 ottobre del 2002 il terremoto ebbe luogo il crollo della scuola Jovine di San Giuliano Di Puglia (Campobasso) sotto le cui macerie morirono 27 bimbi e un’insegnante. Proprio nel momento del crollo anche quei bimbi stavano festeggiando halloween con una festicciola in maschera.

IN TOSCANA DOLCI E PASSEGGIATE. Firenze propone, in alternative alla discoteca, la merenda per i bambini nel parco di Villa Vogel, o l’aperitivo in via Pisana alla ‘Festa di halloween per animalì. La Casa della Cultura e della Ricreazione di via Forlanini propone un intero weekend a tema, a partire dal pomeriggio animato per i bambini, per passare alla serata a ritmo di salsa e bachata, fino al giorno successivo quando avranno luogo una festa in discoteca, il pomeriggio per minorenni, e una serata liscio dedicata ai più grandicelli. Lucca offre una giornata culturale con 15 vampiri italiani alla libreria Edison, ma anche una delle feste più grandi d’Italia, a Borgo a Mozzano, oltre agli intrattenimenti a Camaiore e sulla costa, come la festa al Costes di Forte dei Marmi. Nel pistoiese da segnalare l’animazione alla Rocca di Montecatini, e il variegato Trekking urbano a Prato, Siena ed Arezzo. In queste tre città vengono organizzati percorsi pomeridiani e notturni per grandi e piccini, tra i vicoli del centro, con sorprese e rievocazioni della storia misteriosa di ogni luogo. E se nel grossetano le zucche sono in festa sulle tavole di Castell’Azzara, Pisa propone la Notte Chiara a Cascina, la festa al Parco Fluviale della Rotta di Pontedera, i Vicoli del terrore a Lorenzana e l’immancabile festa americana nella base militare di Camp Darby. A Viareggio, invece, sarà un Halloween all’insegna della dolcezza quello che si festeggia quest’anno: nell’ambito della fiera ‘CioccoHalloween’, sulla Passeggiata a mare una zucca di oltre due metri e mezzo di diametro, realizzata da due carristi del Carnevale di Viareggio, verrà infatti lavorata e decorata in diretta dalle abili mani degli artigiani cioccolatai.

A TORINO SI FESTEGGIA TRA MUMMIE E PATTINI
. Anche Torino si prepara a festeggiare, fra ragnatele, zucche e streghe, la notte di Halloween che anche quest’anno offre le più svariate possibilità per divertirsi. Per gli amanti della musica elettronica ci sono le due serate del Movement Torino Music Festival. La manifestazione in programma per domani al Pala Isozaki che ospita 25 tra i migliori artisti di questo genere e che, per la gioia di chi ama ‘tirar tardì offre anche un afterparty ai Murazzi dalle 6 del mattino a mezzogiorno. Per i più ‘coraggiosì ci sono invece le speciali visite notturne, alla sola luce di una pila, al Museo Egizio. Rivolte principalmente ai bambini fra i 6 e i 12 anni, che sono invitati a presentrasi in maschera, e alle loro famiglie, le visite sono un modo inconsueto e in vero stile Halloween per conoscere i segreti e i misteri di mummie, piramidi e faraoni. Ancora musica, ma anche sport, al Palavela, dove giovani streghe e vampiri potranno ballare sul ghiaccio, sulle musiche di dj Mostricci animatore di una grande festa sui pattini rivolta soprattutto a studenti universitari e Erasmus. E, ancora, per chi vuole iniziare a tavola a provare i brividi della notte delle streghe c’è la possibilità di prenotare la cena sul Ristocolor, il tram del gusto del Gtt.

A VENEZIA MICROVACANZE STREGATE.
Si chiamano «microvacanze stregate»: sono il nuovo trend per la notte di Halloween soprattutto a Venezia e dintorni. La combinazione è semplice: location suggestiva, notte orrifica (come dovrebbe essere quella di domani sera) e racconti di antiche leggende. Sembrano funzionare, almeno stando dalle numerose prenotazioni, i mini pacchetti turistici attivati in sinergia tra aziende agricole, ristoranti, agriturismi, alberghi. La richiesta emergente di relax in periodi brevi, con destinazioni locali rileva l’attenzione verso una nuova formula di turismo sicuramente più responsabile che permette di esplorare panorami insospettabili, visitare l’arte minore nascosta in itinerari del gusto a portata di mano il tutto sviluppato nell’ambito del «Festival dei Misteri» che prende il via in questi giorni in Veneto. A farsi promotore delle mini vacanza «Belle da far paura» è la Coldiretti visto che atmosfere magiche e momenti di brivido si possono cogliere soprattutto lontano dalla città. Qualche esempio: notte sull’Isola di Torcello ad un passo dal Ponte del Diavolo; a raccontare demoniache leggende Paolo Andrich, l’unico contadino dell’isola.

WEEKEND DI PAURA ANCHE IN EMILIA. Un’occasione per scoprire le bellezze della regione e assaggiare i suoi sapori tipici a partire dalla zucca e dai dolci per finire con castagne e vino. Questo sarà Halloween in Emilia Romagna. Operatori turistici e culturali e le istituzioni locali emiliano-romagnoli non si sono fatti sfuggire l’opportunità di animare il territorio e organizzare eventi di attrazione per visitatori e cittadini, approfittando di una festa che piace tanto ai più piccoli. Ricchissimo, infatti, il calendario di appuntamenti che questo fine settimana popoleranno tutta la regione, da Rimini a Piacenza, con fastasmi, streghe, misteri e mostri. Saranno loro, infatti, i protagonisti della versione horror di feste in piazza, rassegne cinematografiche, visite guidate, spettacoli teatrali e animazioni per i bambini. Nel dettaglio, per chi vuole festeggiare Halloween in una sala cinematografica, l’appuntamento è fino a domani con il ‘Ravenna nightmare film festival’, una delle più importanti rassegne dedicate al cinema horror e fantastico, che per questa edizione presenta 13 film tutti in anteprima nazionale.

PALERMO PENSA A GRANDI E PICCINI.
Palermo organizza una passeggiata tra i luoghi più misteriosi del centro storico. Anche quest’anno, infatti, si svolgerà nel capoluogo siciliano la Giornata nazionale del Trekking urbano: attraverso un percorso di circa tre chilometri sarà possibile scoprire con l’aiuto di alcune guide strade suggestive sulle tracce dei Beati Paoli. «Esploratori a caccia di fantasmi» è il tema dell’iniziativa, partendo dalla chiesa di San Giorgio e passando per piazza San Domenico e il mercato della Vucciria, si arriverà al Bastione della Balata, dove i Beati Paoli si rifugiavano in segreto. Per i bambini, invece, si rinnova il tradizionale appuntamento con la festa organizzata alla Città dei Ragazzi. Cinque laboratori, una sfilata in maschera, il percorso pauroso e una mostra saranno gli ingredienti per festeggiare Halloween. Domani, 31 ottobre e il primo novembre un cantastorie spiegherà ai bambini la storia della festa con un cartellone illustrato. Animatori, mascherati da streghe e maghi accoglieranno i più piccoli, accompagnandoli tra i giochi e le varie attività proposte, tra cui il percorso pauroso. Un labirinto sarà realizzato all’interno del ‘Palchetto della Musicà, uno spazio coperto che per l’occasione si trasformerà in luogo della paura. Il percorso sarà costellato di ‘inquientantì incontri e d effetti speciali e si concluderà con la prova tattile, durante la quale i bimbi, inserendo le mani all’interno di alcune fessure in un muro posticcio, tenteranno di indovinare gli oggetti orridi che toccheranno.

A SAN FILI ARRIVA “FANTASTICA”.
La notte di Halloween a San Fili è «Fantastica». Così si chiama la kermesse culturale che si svolge da venerdì 30 ottobre a domenica primo novembre nel paese delle «magare» dell’hinterland cosentino. Le «magare» sono le streghe che officiavano riti di magia nera o bianca, e la tradizione narra che i cittadini sanfilesi vi si rivolgevano per chiedere consiglio. In questi giorni tornano le atmosfere, le tradizioni e i racconti popolari di questo piccolo comune che da sempre affascinano l’immaginario collettivo laddove la leggenda arriva a prendere i connotati della storia ed i riti pagani si mischiano con quelli cristiani. «Fantastica», da cui prende nome la halloween_italia1manifestazione, nella tradizione popolare del luogo è proprio la «magara» sanfilese, nota anche col nome di Stella, una donna che da metà dell’800 in poi appare ai sanfilesi tormentandoli, anche con ripercussioni tragiche. Pare che aiutò i briganti ma fu da loro tradita e poi uccisa. Il suo corpo fu lasciato sulla riva del torrente Emoli, senza sepoltura. Il festival va ad indagare intorno a queste leggende. Si parte oggi (giovedì) con il convegno «Storie e leggende sanfilesi: il mistero della mitica Fantastica».

FOGGIA, TREKKING URBANO.
Il comune di Foggia ha organizzato per domani la manifestazione ‘Dolcetti e scherzetti camminando per la citta«, in occasione dell’evento nazionale ‘Trekking urbanò. L’iniziativa, promossa dagli assessorati all’Ambiente e politiche energetiche, alla Cultura, al Turismo e allo Sport »è un’occasione – rende noto Il Comune – per conoscere le bellezze storiche e artistiche della città attraverso lo sport del trekking urbano«. La manifestazione partirà nel pomeriggio da Piazza Cesare Battisti e proseguirà verso il centro storico. Ai partecipanti sarà consegnata anche una mappa del Trekking urbano disponibile nei negozi e locali pubblici d’intrattenimento.

da LEGGO.IT

Leave a Reply