Federviaggio: a rischio turismo italiano 2011

Federviaggio: “Fatturati in flessione, serve una politica di sostegno alle imprese”
L’associazione lancia il monito: domanda nazionale ancora debole e rischi col ritorno di competitor esteri

“I dati comunicati, nei giorni scorsi, dall’Osservatorio Nazionale del Turismo sull’andamento prospettico dei flussi di turisti connazionali e stranieri sono incoraggianti per gli operatori italiani del turismo organizzato, i quali tuttavia – su un business complessivo di oltre 10 miliardi di euro – fanno attualmente i conti con una situazione opposta”.

E’ quanto ricorda in una nota alla stampa Federviaggio, sottolineando, inoltre, che “il 2010 si chiude, con una flessione dei fatturati nell’ordine del 5%, che sarebbe stata quasi il doppio in assenza della ripresa delle economie centro-europee e dell’ingente lavoro compiuto dai tour operator ricettivisti italiani per andarsi a riconquistare – con una pesante azione di commercializzazione a margini ridottissimi – fette di domanda che, nel 2009, erano state abbondantemente dirottate verso destinazioni concorrenti. A ciò si aggiunge – prosegue la nota – il permanere di uno stato di profonda debolezza della domanda nazionale, che si delinea – ormai chiaramente – almeno per il primo trimestre del 2011, mentre i contratti già chiusi dai tour operator che vendono all’estero viaggi in Italia denunciano, per l’anno nuovo, tutte le difficoltà del ritorno di competitor europei ed intercontinentali pesantemente supportati dai rispettivi governi nazionali.

Su questo quadro piovono, ad ogni livello, nuove imposizioni ed aumenti di costo dei servizi base, elementi che, assieme ai danni per la gestione della continue emergenze metteranno a durissima prova l’industria italiana del turismo organizzato, nei prossimi mesi. Federviaggio-Confturismo ritiene che ogni politica a supporto del turismo italiano debba partire da iniziative di sostegno alle imprese del settore, che sono parte del patrimonio economico nazionale e che, come tali, devono essere poste al centro di un progetto concreto e preventivamente concordato di rafforzamento e rilancio”.

da GUIDAVIAGGI.IT

Leave a Reply